GUERRATO, DALLA CRISI AI RISULTATI RECORD: LA SAPIENZA, STUDIO SALVATAGGIO A FIRMA ABRUZZESE

20 Novembre 2023 08:27

Italia - Economia, Lavoro, Scuola e Università

ROMA – Diventa un caso di studio e di analisi, nella prestigiosa Università La Sapienza di Roma, con il convegno del 30 novembre, il riuscito “turnaround” della Guerrato di Rovigo, salvato dal gruppo abruzzese Di Carlo: al centro dell’importante dibattito il risanamento e la ristrutturazione, avviata nel 2018, quando la storica impresa, fondata negli anni ’30, colosso del project financing, progettazione ospedaliera, impianti industriali e civili, era finita sull’orlo del baratro con debiti per 160 milioni, ed è stata rimessa in carreggiata con l’acquisizione del solido Gruppo imprenditoriale abruzzese guidato dal patron Isaia Di Carlo, in collaborazione con il manager abruzzese Giancarlo Masciarelli, noto ingegnere ed esperto del settore dei servizi nel campo della sanità, in passato a capo di strutture pubbliche regionali.

Ora, dopo appena cinque anni, la Guerrato realizza oltre 100 milioni di euro di fatturato, dà lavoro a 450 dipendenti, ha un portafoglio contratti di un miliardo di euro, gestisce e cura la manutenzione di 20 grandi ospedali e 100 stazioni ferroviarie, sta realizzando ospedali in project financing, tra cui il Felettino della Spezia in Liguria, aggiudicato a settembre.





L’appuntamento è nell’aula 2 della facoltà di Economia dell’Università la Sapienza, in via del Castro Laurenziano a Roma, a partire dalle ore 10. L’evento, si legge nella presentazione, “mira a esplorare le sfide, le strategie e i successi che hanno segnato il percorso dell’azienda, per imparare come un’azienda può riemergere dalla crisi e diventare un esempio di eccellenza”.

Interverranno, oltre agli imprenditori Di Carlo e Masciarelli, rispettivamente nel loro ruolo di patron della omonima capogruppo Di Carlo spa e di chief restructuring officer di Guerrato, l’avvocato Mario Antonio Scino, capo di gabinetto del ministero dell’Ambiente alla sicurezza energetica, Tommaso Miele, presidente aggiunto della Corte dei Conti, Luciano D’Alfonso, deputato del Partito democratico ed ex presidente della Regione Abruzzo, e ancora i docenti della Sapienza Michele Galeotti, ordinario di Economia aziendale e strategie aziendali, Massimo Zaccheo, ordinario di Diritto privato, Daniele Vattermoli, ordinario di Diritto commerciale. Ed ancora i commissari giudiziali della procedura di concordato brillantemente chiusa, professor Danilo Galletti, Gianluigi Vulpinari e Gianluigi Barcariolo. A moderare sarà Stefano Vinti, docente di diritto amministrativo della Sapienza, i saluti affidati a Paola Paoloni, ordinaria di Economia aziendale e direttrice del Dipartimento di diritto economia e delle attività produttive.





L’evento è organizzato dal Dipartimento di diritto ed economia delle attività produttive della Sapienza e dalla stessa Guerrato SpA.

La Guerrato in una nota parla di “un evento straordinario”, e spiega: negli ultimi anni abbiamo affrontato sfide significative che hanno richiesto un riorganizzazione aziendale del business molto impegnativa. Attraverso la nostra determinazione, l’innovazione e un impegno incrollabile per le sfide del nostro tempo, siamo riusciti a trasformare la nostra azienda in un modello di successo e sostenibilità. Questo percorso è stato guidato dalla nostra ferma convinzione che il successo aziendale e la responsabilità economica, ambientale e responsabilità sociale dei processi debbano andare di pari passo”.

Commenti da Facebook

RIPRODUZIONE RISERVATA
Download in PDF©


    [mqf-realated-posts]

    Ti potrebbe interessare:

    ARTICOLI PIÙ VISTI: