I MERCOLEDI’ DI UNIVAQ: RIONDINO METTE IN MUSICA IL DECAMERON DI BOCCACCIO

5 Novembre 2022 12:20

L'Aquila - AbruzzoWeb Turismo, Cultura

L’AQUILA – Doppio appuntamento in programma mercoledì 9 novembre, nell’ambito delle iniziative culturali dell’Università dell’Aquila. Protagonisti Riccardo Falcinelli, uno dei più importanti e stimati graphic designer italiani, insieme a David Riondino che in serata, all’Auditorium del Parco, presenterà “Decameron. Canzoni e Storie”.

Falcinelli sarà protagonista del secondo appuntamento della 19/a stagione dei Mercoledì della cultura, in programma alle 18.15 alla libreria Colacchi.





Un confronto sull’influenza delle nuove tecnologie sulla percezione delle immagini.

“Le tecnologie cambiano le immagini – si legge nella nota di presentazione – cambiano il modo in cui le guardiamo, le usiamo, le consumiamo, fino cambiarne i significati. In che rapporto è un ritratto barocco con un selfie? E il reel è un film breve o un ritratto lungo? La frequentazione quotidiana con gli schermi, in primis quello dello smartphone, sta ridefinendo gli standard comunicativi ed espressivi del sistema figurativo, al punto che i dipinti più guardati (e amati) del passato sono quelli che risultano più “iconogenici” una volta passati al setaccio dell’obiettivo. Ma se il medium è il messaggio, qual è allora, oggi, questo nuovo messaggio?”.





Cantautore, musicista, regista e scrittore, David Riondino andrà in scena alle 21 all’Auditorium. La sua performance si inserisce all’interno di un convegno ospitato da Univaq “Paleopatologia della novella. Dal Medioevo al XVII secolo”.

Tra i partecipanti all’iniziativa il professor Renzo Bragantini autore del libro “Il Decameron e il Medioevo rivoluzionario di Boccaccio”. Sul palco anche il professor Maurizio Fiorilla insieme a quattro musicisti, Eleonora Cardellini, Paolo Antinori, Mirio Cosottini e Massimiliano Chiapperi, oltre ad alcuni studenti e dottorandi dell’Università dell’Aquila (Luca Centi-Pizzutilli, Daniela Del Gaone, Sabrina Iuvalé, Simona Scimia, Federico Strinella), che leggeranno alcuni brani tratti dal libro di Boccaccio.

Commenti da Facebook

RIPRODUZIONE RISERVATA
Download in PDF©


    Ti potrebbe interessare: