INCHIESTA CELANO: 56 PERSONE COINVOLTE, C’E’ ANCHE LUCIO ZAZZARA, PRESIDENTE PARCO DELLA MAJELLA

22 Febbraio 2021 11:59

L'Aquila: Abruzzo

CELANO – Sono complessivamente 56 gli indagati nella maxi retata per reati contro la pubblica amministrazione nel comune di Celano scattata questa mattina per opera del comando provinciale dei carabinieri dell’Aquila che ha portato ai domiciliari il sindaco, Settimio Santilli, di Fdi, e in carcere il vice sindaco, Filippo Piccone, ex parlamentare di Fi e Pdl.

Tra le 56 persone coinvolte, 25 sono state raggiunte da misure cautelari: alle 8 tra domiciliari e carcere, tra cui altri dirigenti ed imprenditori, si aggiungono le due che riguardano Barbara Marianetti, assessore allo sport del comune marsicano, ed Ezio Ciciotti, vice sindaco nella precedente amministrazione, che hanno l’obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria dal lunedì al venerdì alle ore 16.

Le restanti 15 sono relative al divieto ad esercitare attività professionali o imprenditoriali e riguardano imprenditori e professionisti, non solo di Celano, ma anche dell’Aquila, Roma e Pescara:  tra questi l’architetto Lucio Zazzara, presidente del Parco della Majella, con divieto di un anno, e poi Franco Felli (un anno), architetto di Avezzano, Luca Piccirillo (un anno), architetto di Avezzano, Carmine Lastella (sei mesi), imprenditore di Avezzano, Claudia Stornelli (sei mesi), architetto di Avezzano, Roberto Tonelli (un anno), ingegnere di Avezzano, Giovanni Maceroni (un anno), imprenditore marsicano, Valeria Pacchiarotta (sei mesi), architetto di Celano, Andrea Pandolfi (sei mesi), ingegnere di Avezzano, Francesco Stornelli (sei mesi), ingegnere di Avezzano, Fabrizio Confortini (sei mesi), ingegnere di Pescara Eugenio Russo (sei), ingegnere di Roma, Leonardo Gatti (sei), ingegnere di Formello (Roma) Vincenzo Santilli (sei), ingegnere di San Benedetto dei Marsi (L’Aquila) e Sergio Rossi imprenditore dell’Aquila.

Commenti da Facebook

RIPRODUZIONE RISERVATA
    Articolo

    Ti potrebbe interessare: