IL BORGO DI CIVITELLA ALFEDENA SI TRASFORMA IN UN PRESEPE

7 Dicembre 2019 17:18

CIVITELLA ALFEDENA – Civitella Alfedena (L'Aquila) si trasforma in una piccola Betlemme.

Ieri, con l’inaugurazione ufficiale nel pomeriggio, da parte del vescovo di Sulmona, monsignor Michele Fusco e del sindaco Giancarlo Massimi, per mantenere viva la comunità, si è dato vita al tradizionale presepe in cartapesta a grandezza naturale su scala 1:1, che però grazie all’impegno dei giovani nel valorizzare la cultura locale e il territorio, porta la novità che, tutto il borgo montano è diventato lo scenario per rappresentare la Natività.

L’ intero paese sembra un set di un film e passeggiando per i vicoli ci si imbatte, in tessitrici sedute e lavandaie alla fonte o cantori che portano serenate.

Nella scalinata di Piazza Mercato, al centro del paese, ci si trova immersi nella antica vita pastorale con un gregge di pecore.






Sulla via principale alcune porte dei magazzini e dei garage aperte, dove i maestri fabbri battono il ferro, le massaie ripetono i gesti delle loro madri e nonne e tanti altri antichi mestieri (il fornaio, il mugnaio, il falegname, il rustico, l’oste e altri lavori), trovano la loro naturale collocazione in angoli caratteristici e tutti insieme recitano affollati episodi di vita quotidiana.

Oltre 200 sculture lungo la passeggiata che attraversa il borgo, realizzate semplicemente con l’utilizzo dei materiali come la cartapesta, il legno, il ferro e la stoffa per gli abiti, tanti personaggi e scenografie, fatte anche di musica, suoni e allegro vociare, all’interno delle quali muoversi e sognare.

Un piccolo tuffo nel passato che vi sorprenderà fin dal primo impatto, ancor più la sera quando, illuminato, il presepe offre una visione particolarmente suggestiva e la luce velata delle lanterne, con il percorso itinerante porta infine a raggiungere in Piazzetta Giudea (località che storicamente testimoniano la presenza ebraica in Abruzzo), la grotta sottostante la chiesa madre, dove la Sacra Famiglia trova riparo, in un’atmosfera natalizia va oltre il luogo comune, il cui il profumo qui si riscopre e si può vivere.

Un appuntamento ormai classico nel panorama delle iniziative che si svolgono nel periodo natalizio nel Pnalm, ma con fantasia e aggiungendo quel pizzico di buona volontà che non guasta mai, il presepe si è rinnovato, presentandosi in una nuova veste e si può visitarlo liberamente dalle 17 alle 23, fino al 6 gennaio 2020.

Commenti da Facebook

RIPRODUZIONE RISERVATA

Download in PDF©






Ti potrebbe interessare anche:

Gli articoli più letti in queste ore:

Do NOT follow this link or you will be banned from the site!