IL FRATELLO DI PEPPINO IMPASTATO AGLI STUDENTI DI SULMONA: “LA MAFIA HA CAMBIATO PELLE”

28 Maggio 2024 14:22

L'Aquila - Cronaca

SULMONA – “Qualcuno diceva che un Paese senza memoria non può mai avere un futuro.   Noi dobbiamo costruire il nostro futuro sulla memoria. E’ un bel gioco di parole, ma è attualissimo, soprattutto in un momento come questo, dove la memoria si perde facilmente”.

Lo ha detto questa mattina, al Cinema Pacifico di Sulmona (AQ), Giovanni Impastato, fratello di Peppino, ucciso dalla mafia il 9 maggio 1978, incontrando gli studenti di scuola media. Impastato, che ha ripercorso tutta la storia familiare, ha risposto alle domande dei ragazzi che lo hanno incalzato maggiormente sulle modalità di esercizio della mafia.





“Inizialmente interpretavamo la presenza della mafia come mezzo di protezione fino a quando ci siamo accorti della sua vera natura – ha detto Impastato – La mafia, dagli anni Sessanta, ha cambiato pelle ed è diventata la mafia degli appalti e del pizzo, facendo un grosso salto di qualità”. L’evento rappresenta la concretizzazione di un accordo di rete tra le scuole medie e presidio di Libera Sulmona che avvierà, per il prossimo anno, nuovi percorsi formativi con alunni e insegnanti.

Commenti da Facebook

RIPRODUZIONE RISERVATA
Download in PDF©


    [mqf-realated-posts]

    Ti potrebbe interessare:

    ARTICOLI PIÙ VISTI: