STRONCATO DAL COVID A 54 ANNI, MASSIMO CUTTITTA, PILASTRO DELLA NAZIONALE E DELL’AQUILA RUGBY

12 Aprile 2021 07:34

L’AQUILA – Si è spento a 54 anni Massimo Cuttitta, uno dei rugbisti italiani più noti e rappresentativi, per 70 volte pilone della Nazionale tra il 1990 e il 2000, tra i grandi protagonisti di quella squadra azzurra che conquistò sul campo il diritto a partecipare al torneo delle Sei Nazioni, diverse presenze nei Barbarians, poi allenatore a livello internazionale. Pilastro negli anni 80 anche dell’Aquila rubgy.

Da alcune settimane lottava contro il covid e negli ultimi giorni le sue condizioni si erano aggravate. Venerdì era morta la madre Nunzia, ugualmente colpita dal Covid. Erano stati ricoverati insieme all’ospedale di Albano, in provincia di Roma, dalla fine di marzo. A piangerli i fratelli Marcello, ala e miglior marcatore nella storia degli azzurri, e Michele, il maggiore, trequarti nella serie A italiana, e il papà Carlo, imprenditore edile che aveva tirato su la casa di famiglia a Lavinio.

“Se n’è andato Massimo ‘Mouse’ Cuttitta, ricoverato nei giorni scorsi per Covid. Se ne va un giocatore e un uomo straordinario”, il messaggio commosso della Federazione Rugby Abruzzo: “Già cuore della mischia dell’Aquila Rugby alla fine degli anni Ottanta, azzurro fino al 2000, aveva avuto una carriera altrettanto brillante, arrivando ad allenare gli avanti della nazionale scozzese per sei anni, fino al 2015. Nel 2016 era tornato all’Aquila per allenare la mischia neroverde. Il capoluogo abruzzese e tutto il rugby italiano l’hanno sempre amato”.

“Ai familiari, agli amici e agli ex compagni di mischia va l’abbraccio forte di Fir Abruzzo, dello staff, dei tecnici e di tutto il movimento ovale abruzzese. Ciao Mouse!”.

“Ho appreso con profondo dolore e sgomento la notizia della scomparsa di Massimo Cuttitta. Ci lascia un personaggio che ha dato lustro al rugby italiano e internazionale, molto legato alla città dell’Aquila che oggi piange uno dei suoi figli ‘acquisiti’ grazie allo sport. Ai fratelli Marcello e Michele, già provati per la recente scomparsa della madre, al papà Carlo, ai famigliari tutti, agli amici e alla grande famiglia della palla ovale azzurra porgo sincere condoglianze a nome della Municipalità dell’Aquila e a titolo personale”.  Lo dichiara il sindaco dell’Aquila, Pierluigi Biondi.

Condoglianze anche dall’assessore regionale Guido Liris. “Massimo Cuttitta ha perso la sua battaglia con il Covid. Pilastro dell’Aquila Rugby e della nazionale, resterà  sempre  vivo il ricordo di una persona forte, tenace, indomita, coraggiosa, gentile. Abbraccio idealmente la sua famiglia e tutto il mondo del rugby. Ciao Massimo!”

Commenti da Facebook

RIPRODUZIONE RISERVATA


    Ti potrebbe interessare: