Il Trekking dei giganti d’Abruzzo

21 Febbraio 2007 11:05

Nella regione che può vantare quasi la metà del proprio territorio soggetto a parco o riserva naturalistica, si trovano oltre settanta alberi monumentali, pietre miliari di una storia pluricentenaria


 Località di partenza: Regione Abruzzo, Provincia di L’Aquila, Pescasseroli Località di arrivo: Regione Abruzzo, Provincia L’Aquila, Comune Pratola Peligna


 Località toccate: Pescasseroli, Sulmone, Prato Peligna Autore: Testo di Paolo Ferrari, foto di V.Mastrella – Archivio parchi d’Abruzzo – Michele Dalla Palma Tipologia itinerario: a piedi Fondo stradale: Misto Difficoltà a piedi: Escursionistica Dislivello in salita (m): 890 Tempo di percorrenza (hh:mm): 12:45 Punti di appoggio: Tappe lungo il percorso a Monte Tranquillo, Barrea, Passo Godi, Pescocostanzo, Cansano

Periodo consigliato: Da giugno ad ottobre

Con una semplice escursione di tre giorni (si possono fare anche le singole tappe) è possibile visitare tre dei principali raggruppamenti arborei monumentali inclusi nel Parco Nazionale d’Abruzzo e nel Parco della Maiella.
Si tratta di un’esperienza molto interessante, che consigliamo di organizzare con l’assistenza di una guardia forestale o di un botanico esperto, in grado di aiutarci a scoprire i segreti dei nostri antenati, attraverso la “lettura” del DNA dei giganti d’Abruzzo.

Note: Come arrivare
Da Roma, con l’Autostrada A24, uscita Pescina. Seguire la strada per Pescasseroli. Dal versante Adriatico, seguire l’A14 fino a Giulianova, quindi deviare sulla A24 fino a Pescina. Si rientra per la medesima autostrada da Sulmona/Pratola Peligna.


Note. percorso agevole, a volte costeggiando le strade carrozzabili all’interno o limitrofe ai due Parchi




Commenti da Facebook

RIPRODUZIONE RISERVATA

Download in PDF©






Ti potrebbe interessare:


Gli articoli più letti in queste ore: