IMPRESA FIUME: PESCARESE FIGLIO DI UN LEGIONARIO, ”MIO PADRE SI DIVERTI’. HO FOTO CHE LO DIMOSTRANO”

6 Settembre 2019 10:59

PESCARA – “Secondo me, mio padre si divertì. Ho tante foto che lo dimostrano”. 

Sorride Adolfo Ceccherini, figlio del legionario fiumano Aldo: Adolfo è il più anziano partigiano vivente in Abruzzo, 98 anni portati con grande lucidità.

Adolfo è molto orgoglioso delle gesta del padre che finì con D'Annunzio a Fiume: “perchè sentiva l'obbligo morale di portare Fiume all'Italia, era in Marina e dovette chiedere un permesso per sbarcare dal suo incrociatore e unirsi al Vate – racconta il partigiano pescarese – il permesso glielo diedero ovviamente. Lui è morto nel 1938, ma mi diceva che era stata una esperienza felice. Poi grazie a questa sua militanza da legionario, secondo me fece anche carriera in Marina. C'è rimasto un anno, e ha portato a casa un mare di ricordi, tessere, fotografie, cimeli. Leggo che Pescara si appresta a celebrare la Marcia su Fiume e mi farebbe piacere portare questi ricordi di mio padre all'attenzione della gente, potrei portarli a far vedere, ditelo al sindaco Carlo Masci o al presidente del Consiglio Lorenzo Sospiri. Però mi devono venire a prendere perchè mi hanno pure rubato la macchina recentemente…”, chiude Cecchierini con rammarico.

Commenti da Facebook

RIPRODUZIONE RISERVATA

Download in PDF©






Ti potrebbe interessare anche:

Gli articoli più letti in queste ore: