INCENDI ABRUZZO, SOSPIRI: “NON CI SONO PAROLE PER DESCRIVERE DISASTRO E DOLORE”

1 Agosto 2021 20:13

Regione: Cronaca

PESCARA – “L’incendio che per ore ha bruciato la pineta dannunziana,  ma anche molte altre località della nostra terra, tra cui Farindola, Penne, e Atri a è una ferita per tutti i pescaresi e gli abruzzesi, un dramma enorme, con danni incalcolabili perché la natura, quella riserva naturale, con la sua flora e fauna, quelle aree, non hanno prezzo”.

Lo scrive in una nota il presidente del Consiglio della Regione Abruzzo, Lorenzo Sospiri, che ha trascorso l’intera giornata sul luogo del rogo non appena ha ricevuto la notizia dell’incendio che stava devastando la Riserva naturale dannunziana.

Di seguito la nota completa.

Il primo ringraziamento è rivolto a tutti quegli uomini e donne che hanno operato per l’intera giornata, in condizioni assolutamente invivibili, vigili del fuoco, unità della Protezione civile, volontari e non, Forze dell’Ordine e Prefettura. Già martedì come Regione Abruzzo valuteremo la situazione e stanzieremo i primi fondi necessari alla rinaturalizzazione dei luoghi, a partire da Pescara che non rinuncia alla sua pineta.

Non ci sono parole per descrivere il disastro di proporzioni gravissime e per raccontare il dolore che oggi è condiviso unanimemente da tutti: la riserva dannunziana è la nostra storia, il nostro patrimonio morale e naturale. Ho verificato di persona l’estensione del rogo osservando le operazioni di soccorso e di spegnimento, ho visto cittadini impegnati in prima linea per bagnare con getti d’acqua e idranti improvvisati non le proprie case, pure a rischio, ma gli alberi dentro la pineta sul versante di via Pantini, un’immagine che non dimenticherò mai e che ci restituisce l’esatta emozione collettiva che oggi abbiamo tutti condiviso dinanzi a quelle lingue di fuoco che si alzavano dalla nostra pineta. Immagini tanto simili, anche nel dolore, a quelle dello scorso anno quando un identico incendio, in condizioni meteorologiche uguali a quelle odierne, il 30 agosto 2020, colpì la collina di San Silvestro per la quale nei giorni scorsi il Comune di Pescara ha affidato i lavori di risanamento finanziati dalla Regione Abruzzo.

Oggi il pensiero di gratitudine va a tutti coloro che si stanno adoperando per salvare la Pineta, compresi gli uomini di Ambiente Spa che, con l’assessore delegato Isabella Del Trecco, ha messo a disposizione e mobilitato sul posto tutti i mezzi spargiacqua per contribuire allo spegnimento di tutti i focolai, sia sulla riserva che, nelle ultime ore, su Colle Breccia, così come in tutti gli altri comuni colpiti. Come Regione Abruzzo martedì, dunque a mente fredda, valuteremo la prima stima dei danni, che a oggi sono incalcolabili ed enormi, e decideremo i primi stanziamenti per avviare la bonifica e la rinaturalizzazione di quanto è stato distrutto dal fuoco.

Commenti da Facebook
RIPRODUZIONE RISERVATA
    Articolo

    Ti potrebbe interessare: