INCENDI: IN MOLISE UN DENUNCIATO E MULTE A DECINE DI AGRICOLTORI

18 Agosto 2021 16:00

Italia: Cronaca

LARINO – Una persona denunciata per aver causato uno degli incendi che hanno devastato il Basso Molise negli ultimi giorni e decine di agricoltori multati per aver omesso la predisposizione della fascia parafuoco sui terreni.

I Carabinieri di Larino, a seguito dell’emergenza dovuta ai numerosi focolai, hanno avviato una serie di indagini, coordinate dalla Procura di Larino, riuscendo a individuare un uomo, denunciato all’Autorità giudiziaria in quanto ritenuto responsabile di uno dei roghi degli ultimi giorni.

Determinanti le testimonianze dei cittadini che hanno collaborato con le Forze dell’ordine. L’uomo, già noto alle forze di polizia, secondo testimonianze, avrebbe appiccato il fuoco nei propri terreni senza la fascia parafuoco.

Le operazioni di bruciatura di stoppie, effettuate senza misure di sicurezza, hanno fatto sì che il fuoco si propagasse anche negli ambienti limitrofi, interessando terreni a Rotello (Campobasso), Ururi (Campobasso) e Montorio dei Frentani (Campobasso). Il caldo torrido e il vento hanno alimentato i focolai propagandosi velocemente e divorando non solo vegetazione incolta, ma anche macchia mediterranea, bosco e altro. Solo l’intervento dei Vigili del Fuoco e dei militari stessi ha impedito alle fiamme di raggiungere l’abitato.

Le indagini dei Carabinieri hanno permesso di accertare la responsabilità di numerosi agricoltori i quali, seppur marginalmente interessati dalle fiamme, hanno omesso di praticare la fascia parafuoco. A seguito delle verifiche, l’Arma ha verificato la responsabilità di numerosi coltivatori, tutti multati con sanzioni da 200 a 800 euro per ogni agro non messo in sicurezza.

Numerose le attività messe in atto dai Carabinieri per prevenire gli incendi, tra queste un’azione di prossimità con l’invito ai contadini a rispettare le norme di sicurezza per la salvaguardia dei terreni.

Commenti da Facebook

RIPRODUZIONE RISERVATA
    Articolo

    Ti potrebbe interessare: