INCENDI L’AQUILA: DOPO PIOGGIA SITUAZIONE SOTTO CONTROLLO, IN AZIONE 200 UOMINI A TERRA

5 Agosto 2020 11:10

L'AQUILA – Le provvidenziali piogge cadute abbondanti ieri pomeriggio, assieme al calo delle temperature, hanno consentito di superare la drammatica emergenza degli incendi di origine quasi certamente dolosa divampati il 30 luglio nell’alta valle dell’Aterno, nei pressi della frazione di Arischia, in località Fosso delle Pescine, e sabato, a Monte Cozza, zona Cansatessa e Pettino, con le fiamme che fino a ieri incombevano sui popolosi quartieri del capoluogo.

Il sindaco dell'Aquila Pierluigi Biondi, conferma che oggi “la situazione è sotto controllo”.

A Rainews il Ministro dell’Ambiente, Sergio Costa, ha annunciato che “appena possibile mi recherò personalmente nella zona per verificare l’entità dei danni e valutare gli interventi per scongiurare il rischio dissesto”.

I pinnacoli di fumo sono spariti dalla costa della montagna. Con grande sollievo dei residenti di Pettino e Cansatessa, che hanno vissuto giornate da incubo, pronti anche ad evacuare le loro case. 

I canadair si sono fermati, qualche lancio di acqua è stato effettuato da questa mattina all'alba da due elicotteri, ma con una frequenza nemmeno paragonabile a quella dei giorni scorsi, dove si è arrivati anche a 12 mezzi aerei che facevano spola dal lago di Campotosto e dal lago di Vetoio.

Restano comunque in azione a terra 100 Vigili del fuoco e 50 alpini del IX reggimento dell’Aquila per le operazioni di spegnimento e bonifica a terra, più 30 unità di protezione civile. Operativi anche funzionari e tecnici del Comune.





L'obiettivo è quello di soffocare con pale e fruste una volta per tutte, i micro focolai, che la pioggia non è riuscita a spegnere, e che possono, spiegano dal centro operativo dei Vigili del fuoco, nei pressi dell'ospedale, restare “quiescenti” per giorni.

In riferimento alla questione degli incendi, il Comune dell'Aquila ha diramato un avviso con cui si conferma ” l'assoluto divieto a persone non autorizzate ad accedere nei luoghi del territorio comunale dell’Aquila interessati dagli incendi divampati a partire dal 30 luglio”.

“I Vigili del Fuoco, l’Esercito e la Protezione civile stanno intervenendo da terra per lo spegnimento dei focolai ancora attivi. Pertanto, l’emergenza è ancora in corso e l’avvicinarsi alle zone percorse dalle fiamme rappresenta tuttora un pericolo per l’incolumità personale e potrebbe compromettere le menzionate operazioni di spegnimento”, si spiega nell'avviso.

“Resta dunque in vigore l’ordinanza n. 152 dell’1.8.2020, recante “Misure di somma urgenza per attenuare il pericolo derivante dagli incendi boschivi in atto ad Arischia e sui rilievi di Pettino e Cansatessa” – pubblicata all’albo pretorio on line del Comune dell’Aquila – che proibisce, con sanzioni, interventi non autorizzati dalla pubblica autorità, nonché l’introduzione e la permanenza nelle aree interessate dagli incendi, e il cui dettaglio è riportato nell’ordinanza stessa”, conclude l'avviso. 

 

 

Commenti da Facebook

RIPRODUZIONE RISERVATA

Download in PDF©






Ti potrebbe interessare anche:

Gli articoli più letti in queste ore:

Do NOT follow this link or you will be banned from the site!