INCENDIO IN CASA: SI GETTA TRA LE FIAMME PER SALVARE IL CANE, GRAVE 42ENNE DI ATESSA

5 Dicembre 2022 16:35

Chieti - Cronaca

ATESSA – Ha rischiato la vita per salvare il cane, intrappolato in casa dove era scoppiato un incendio: è ricoverato in gravi condizioni all’ospedale di Bari Domenico Colantonio, operaio di 42 anni.





Il grave episodio, racconta Il Centro, si è verificato sabato sera ad Atessa (Chieti) quando, intorno alle 19, è tornato a casa, in una palazzina di via IV Novembre insieme ad alcni amici.  Arrivati sul posto si sono subito accorti del rogo e l’uomo, temendo il peggio per il suo cagnolino, non ci ha pensato due volte a salire per cercare di portarlo in salvo. Dopo qualche minuto però, non vedendolo scendere, gli amici hanno chiesto aiuto.

Sono intervenuti i carabinieri, i sccorritori del 118 e i vigili del fuoco che hanno trovato l’uomo sul pavimento, privo di sensi, intossicato dal monossido di carbonio. Il rogo è stato prontamente domato ma per il cagnolino non c’è stato nulla da fare, all’arrivo dei soccorritori era già morto.





Il 42enne è stato trasportato in codice rosso all’ospedale di Lanciano e successivamente i medici, accertata la gravità della situazione, hanno deciso per il trasferimento a Bari per sottoporlo a trattamento in camera iperbarica.

L’incendio, secondo gli accertamenti, sarebbe stato causato dal corto circuito del frigorifero. La casa non ha riportato danni strutturali, danneggiata solo la cucina.

Commenti da Facebook

RIPRODUZIONE RISERVATA
Download in PDF©


    Ti potrebbe interessare: