INCHIESTA APPALTI ASL PESCARA, FDI: “SU GIUSTIZIA NESSUNA LEZIONE DA PD E M5S”

25 Giugno 2022 17:14

Regione - Politica, Sanità

PESCARA – “Grazie al lavoro incessante della Magistratura, in questi anni in Abruzzo sono stati scoperchiati importanti casi di corruzione nella pubblica amministrazione. A chi, in queste ore, vuole alimentare la polemica politica sulle dichiarazioni del Presidente della Regione, ricordiamo come Marsilio abbia sempre mostrato stima, apprezzamento, fiducia e collaborazione nei riguardi della magistratura e del suo operato”.

È quanto si legge in una nota del Coordinamento regionale di Fratelli d’Italia, di cui segretario regionale è Etelwardo Sigismondi, a seguito delle polemiche esplose per l’inchiesta sugli appalti Asl di Pescara dopo le parole del presidente della Regione, Marco Marsilio, Fdi, in merito al rinvio a giudizio del direttore generale della Asl, Vincenzo Ciamponi. Marsilio si è detto certo della sua innocenza e in alcuni passaggi ha messo in discussione l’impianto accusatorio, definendo “un errore il rinvio a giudizio” scatenando così la reazione dell’Associazione nazionale magistrati dell’Aquila e delle opposizioni di Pd e M5S.

“Dal PD e dal M5S quindi nessuna lezione, nessuna morale – scrive nella nota FdI – Desta, invece, molta preoccupazione apprendere dalla stampa come le recentissime indagini su altri appalti Asl abbiano subito significative compromissioni a seguito di presunte fughe di notizie circa l’attività di indagine. Azioni palesemente ostruzionistiche dell’operato della magistratura, che condanniamo e sulle quali siamo certi verrà fatta chiarezza”.

“Sorprende, quindi, che i rappresentanti del centrosinistra, sempre pronti a ergersi a paladini della giustizia, su questi episodi non abbiamo ancora preso posizione”, conclude la nota.

Commenti da Facebook

RIPRODUZIONE RISERVATA
Download in PDF©

    Ti potrebbe interessare: