INCINDENTE GRAN SASSO, 16ENNE CON FERITE GRAVI: OPERATO DA TEAM CHIRURGICO MULTIDISCIPLINARE

2 Novembre 2020 10:04

L’AQUILA – È in prognosi riservata ed in condizioni che vengono definite gravissime il 16enne di Magliano dei Marsi (L’Aquila), vittima, ieri, di un incidente mentre era in cordata in località Pietracamela, nel versante teramano del Gran Sasso.

Il 16enne lotta tra la vita e la morte al reparto di rianimazione dell’ospedale di Teramo. Il giovane, ieri sera, è stato sottoposto ad un delicatissimo intervento chirurgico, durato alcune ore, per i gravi politraumi, in particolare al cranio, al torace, al bacino e all’addome, effettuato da un team chirurgico multidisciplinare.

E’in buone condizioni ma sotto shock il 27enne che stava scalando con il suo giovane collega alpinista che avrebbe visto precipitare rovinosamente probabilmente per problemi al gancio e alla corda. Secondo quanto si è appreso, il 27enne era uno punto di riferimento per il 16enne che ha perso entrambi i genitori.

Da quanto si apprende dal quotidiano Il Centro, l’incidente sarebbe stato causato da una placca di ghiaccio che si è staccata a causa del vento, sul versante settentrionale del Corno Grande, a quota 2700 metri, con i due alpinisti che sono scivolati per cento metri sul Gran Sasso.




Secondo la ricostruzione, nella mattinata di ieri, i due avevano preso la via dalla Morena sotto alla parete del Calderone, oltre 200 metri in dislivello sopra il rifugio Franchetti, che è la base per arrivare ai piedi della parete. Dopo la scivolata sono rimasti appesi in cordata e, secondo i tecnici del Soccorso Alpino, a causa della caduta si è tranciata anche una corda che era rimasta incastrata in uno spuntone di roccia tagliente e sono precipitati giù per circa 100 metri in punti diversi della parete rocciosa del massiccio del Gran Sasso.

A dare l’allarme è stato un escursionista e in poco tempo gli alpinisti sono stati raggiunti dai tecnici del Soccorso alpino e dai medici intervenuti a bordo dell’eliambulanza. I due sono stati recuperati e trasportati all’ospedale Mazzini di Teramo.

Gli alpinisti sono entrambi di Magliano de’ Marsi: uniti dalla passione per la montagna, descritti come esperti nonostante la giovane età, con alle spalle anche arrampicate sulle Alpi.

Commenti da Facebook

RIPRODUZIONE RISERVATA

Download in PDF©




Ti potrebbe interessare:

Gli articoli più letti in queste ore: