INSULTI SUI SOCIAL ALLA DEPUTATA PEZZOPANE: “MALVAGITA’ INUTILI. IO NON HO PAURA”

24 Ottobre 2021 14:27

L'Aquila: Politica

L’AQUILA – “Cosa provo ad essere oggetto di tali morbose attenzioni? Distanza siderale da questi individui e modi di fare”.

Di nuovo insulti alla deputata dem aquilana Stefania Pezzopane, che stamane ha deciso di rispondere sui social a un post pubblicato nei giorni scorsi recante riferimenti al suo aspetto fisico.  Autore del post il docente universitario Umberto Dante.

“Così si intende alimentare odio verso di me ai fimi di una infima battaglia politica? Io non ho paura. I Greci e i Romani mi avrebbero buttata appena nata dalla Rupe Tarpea perché deforme? Pensieri di questa natura – vera e propria minaccia – li lascio analizzare da altre competenze. So che mia madre e mio padre mi hanno stretta a sé quando sono nata. Ma se qualche orco mi avesse lanciata dalla rupe, mi sarei messa a volare piccola e leggera, come faccio da sempre, quando cercano di buttarmi giù con asprezze, colpi bassi e giudizi intossicati. Si va avanti, a volo d’aquila, con l’intelligenza e la serenità che ho ereditato dai miei genitori e che ho nutrito senza inutili malvagità. Più forte di prima”, ha scritto Pezzopane.

“Esprimo la mia più ferma condanna per gli attacchi subiti dall’onorevole Pezzopane sui suoi profili social. Questi attacchi inauditi vanno respinti senza se e senza ma. Esprimo all’on. Pezzopane la mia solidarietà”, ha dichiarato il Presidente della Regione Abruzzo, Marco Marsilio.

Esprimono tutta la loro solidarietà, anche le Democratiche abruzzesi che, in una nota, scrivono: “Una donna che tanto ha fatto per la propria città e continua a fare e che qualche suo concittadino misogino non perde occasione di attaccare”.

“L’ultimo attacco, sicuramente di natura politica, di un ex professore universitario è davvero ignobile. Stefania Pezzopane è una colonna portante della nostra Conferenza, si adopera sui territori e in parlamento per contrastare e cambiare la cultura misogina che in Italia consente ancora oggi di usare la non-conformità alla norma etero-patriarcale come clava contro le differenze, elementi di arricchimento e non già cose di cui vergognarsi”, dice dichiara Lorenza Panei, portavoce della Conferenza delle democratiche abruzzesi –. La mancanza di pudore, educazione, responsabilità di questo “signore” sono eclatanti e per questo vanno pubblicamente denunciate le sue parole imbarazzanti e inutilmente cattive”.

 

Commenti da Facebook

RIPRODUZIONE RISERVATA
    Articolo

    Ti potrebbe interessare: