INVICTA: SCORCI DELL’AQUILA SENZA TEMPO NEGLI SCATTI FOTOGRAFICI DI MARCO EQUIZI

19 Gennaio 2016 12:13

L'AQUILA – Invicta è una raccolta di immagini che vuole sottolineare la bellezza, l'armonia, la simmetria di alcuni scorci, palazzi e monumenti della città di L'Aquila, osservata simbolicamente verso i quattro punti cardinali.

L'esposizione, alla libreria Polarville di via Castello, viene inaugurata mercoledì 20 gennaio alle 18, e resta aperta fino al 27.

Marco Equizi, AL'Aquila, 1978) vive e svolge la professione di avvocato civilista nel capoluogo abruzzese. Appassionato di fotografia da quasi due decenni, ama sviluppare progetti fotografici che vengono anticipati sulla pagina Facebook Ma.Eq.Photography o sul sito www.marcoequizi.it e successivamente esposti al pubblico.

“L'Aquila non conosce sconfitte – spiega l'autore – continua a splendere nonostante periodi storici oggettivamente difficili come quello che sta vivendo e incanta gli occhi dei suoi abitanti e dei visitatori, ora come prima. La serie di fotografie è l'esaltazione di tale magnificenza, l'unico filo che le unisce tutte senza voler essere eletta a reportage. La scelta del taglio quadrato, così come della monocromia (dall'appena percettibile dominante) sono elementi che vogliono dare ancora più lustro non a un'opera fotografica ma alla Città, presentata come un luogo bellissimo e senza tempo, sospeso nella sua storia”.




Volutamente tenuta fuori dall'autore rispetto alla trilogia su L'Aquila (L'Aquila Silenziosa, L'Aquila risorge e la prossima Immota Manet), più impegnativa nel suo contenuto, Invicta è considerato da Equizi un “non progetto”, un'esposizione minore e fine a se stessa, un omaggio alla Città come terra d'origine.

È però, fotograficamente parlando, un esercizio di composizione attraverso un formato per lui relativamente nuovo, che invoglia l'osservatore non a scorrere da un lato all'altro di un telaio rettangolare, ma a muovere in circolo l'occhio in uno spazio più stretto e fortemente votato alla simmetria, dove le forme e le linee di ombre, tetti e strade acquistano un valore particolare, quasi astraendosi dal contesto nel quale sono riprese.

I progetti fotografici di Equizi vengono anticipati sulla pagina Facebook Ma.Eq.Photography o sul sito www.marcoequizi.it e successivamente esposti al pubblico. (Filippo Tronca)

Commenti da Facebook

RIPRODUZIONE RISERVATA

Download in PDF©




Ti potrebbe interessare:

Gli articoli più letti in queste ore: