KERMESSE DESTRE A BRUXELLES: MARSILIO, “STOP ILLEGITTIMO, SCERIFFI ROSSI OSTACOLANO DIALOGO”

17 Aprile 2024 18:54

Italia - Politica

BRUXELLES – “Ferma condanna per quanto accaduto, questi sceriffi rossi pensano di avere il diritto e il dovere di impedire a chi ha idee diverse dalle loro di poterle manifestare in maniera civile e libera”.





Parla di “stop illegittimo” il presidente della Regione Abruzzo, Marco Marsilio, che è anche presidente del Gruppo dei Conservatori e Riformisti europei (ECR), dopo che le autorità municipali di Bruxelles hanno vietato e interrotto un evento che riuniva diversi rappresentanti europei dei movimenti di destra. La polizia ha impedito lo svolgimento della “Conferenza nazionale del conservatorismo” (NatCon) per ordine del sindaco socialista del comune di Bruxelles di Saint-Josse-ten-Noode, dove avrebbe dovuto svolgersi l’evento, per evitare il rischio di “disordini pubblici”.

Alla kermesse della destra europea erano previsti gli interventi del premier ungherese Viktor Orban e del leader conservatore francese Éric Zemmour. Un gruppo di agenti, a circa due ore dall’inizio, ha comunicato la revoca dei permessi agli organizzatori adducendo motivazioni di ordine pubblico, legate alle possibili proteste evocate dai gruppi antifascisti nella capitale belga.





“Il convegno si svolge tutti gli anni – sottolinea Marsilio – partecipano ministri e capi di Stato, parlamentari europei democraticamente eletti e scelti dai popoli europei a rappresentarli. È stato impedito loro di parlare. Abbiamo fatto il nostro fermo intervento, anche quello del nostro presidente Giorgia Meloni, che ha prodotto l’effetto sperato e oggi questo convegno si sta svolgendo liberamente e civilmente. Spero che la campagna elettorale si possa svolgere senza queste provocazioni e limitazioni alla libertà di opinione su cui si fonda l’idea stessa di civiltà europea”.

Commenti da Facebook

RIPRODUZIONE RISERVATA
Download in PDF©


    [mqf-realated-posts]

    Ti potrebbe interessare:

    ARTICOLI PIÙ VISTI: