LA MUSICA DELL’AZERBAIJAN IN UN CONCERTO A L’AQUILA DI PIERLUIGI RUGGIERO

10 Ottobre 2018 11:54

L'AQUILA – In occasione del centenario dalla proclamazione della Repubblica democratica dell'Azerbaijan è stato organizzato un concerto all'Aquila per venerdì 12 ottobre alle 16,30 nella sala consiliare “Spagnoli” del Palazzo dell'Emiciclo.

L'evento è stato organizzato dall'associazione Espressione d'arte e dal direttore, Pierluigi Ruggiero, violoncellista aquilano di fama internazionale che proprio in Azerbaijan, a Baku, negli ultimi anni ha tenuto alcune master class universitarie, con il patrocinio dell'ambasciata dell'Arzebaijan in Italia, del Consiglio regionale e della Fondazione Carispaq.

Saranno presenti l'ambasciatore della repubblica dell'Azerbaijan in Italia, Mammad Ahmadzada e Giuseppe Di Pangrazio, presidente del Consiglio regionale d'Abruzzo.

Il concerto prevede il Balcan – tar Ensemble, oltre al violoncello di Ruggiero, ci sarà il tar di Sahib Pashazade, il violino di Zoltan Banfalvi, e il pianoforte di Luciano Di Giandomenico, su musiche di Rossini, Verdi, Braga, Badalbeyli, Karayev, Hacibeyli, Rzayev e Rustamov.

Per il Mugham Group invece la voce di Mansum Braihmov, il tar di Elchin Hashimov, il kaman di Elnur Ahmadov, e il naghara di Kamra Karimov, con i brani, “Mugham mahur tasnif”, “Qara teller”, “Akhtarma mani”, “Ay Lachin”, “Mugham”, “Aman Ovchu”, “Karabakh”.





 

Il Mugham è una delle tante composizioni musicali tipiche e popolari dell'Azerbaijian, ritenuta una forma d'arte molto complessa, che sposa al suo interno la poesia classica e l'improvvisazione musicale, creando una specie di “raccolta” di melodie e frammenti che gli artisti usano nel corso dell'improvvisazione.

L'Unesco ha riconosciuto questo stile come “capolavoro del patrimonio orale dell'umanità”.

Verrà replicato domenica 14 a Roma, alle 12, nella cappella Paolina del Palazzo del Quirinale e trasmesso in diretta radiofonica nazionale. (l.l.)

Commenti da Facebook

RIPRODUZIONE RISERVATA

Download in PDF©






Ti potrebbe interessare anche:

Gli articoli più letti in queste ore:

Do NOT follow this link or you will be banned from the site!