LA TOSTO DI CHIETI ACQUISISCE MARCHIO OFFICINE MARALDI, STORICA AZIENDA EMILIANA

5 Novembre 2019 16:26

CHIETI – La Tosto di Chieti, holding leader nel settore delle caldaieria, acquista un altro brand del made in Italy, la Officine Maraldi, azienda fondata nel 1947 a Bertinoro, in provincia di Forlì-Cesena, che per oltre 70 anni ha operato nel settore della caldareria petrolchimica, esportando i propri apparecchi in pressione (sfere, reattori, colonne e grandi criogenici) in tutto il mondo.

“Le acquisizioni di imprese avvengono per lo più con l’obiettivo di espandere il proprio perimetro industriale – spiega la società in una nota –  e nella generalità dei casi comportano una perdita di identità per l’azienda acquisita. La  strategia del Gruppo Tosto, leader nella realizzazione di apparecchi in pressione per l’industria chimica, petrolchimica, oil & gas ed energia, si muove invece in una direttiva opposta rispetto allo standard degli altri gruppi e mira a riportare al valore perduto i brand storici del made in Italy”.






Risale infatti al 2001 l’acquisizione del marchio Bosco Industrie Meccaniche, colosso della metalmeccanica italiana con un bagaglio di esperienza centennale alle spalle. A soli tre anni fa risale l'acquisizione di Belleli Energy Cpe, importante realtà storica della caldareria, che oggi fattura 70 milioni di euro e conta 320 dipendenti.

“Si tratta di operazioni – si legge ancora nella nota – che portano valore aggiunto creando un travaso di esperienze e di know how che va a vantaggio competitivo di tutto il Gruppo. È questa la linea perseguita dal Gruppo Tosto anche con l’ultima operazione di acquisizione del marchio delle storiche Officine Maraldi, uno dei marchi più rinomati del made in Italy, riconosciuto dai maggiori player del petrolchimico per la capacità di operare su elevati volumi, per la precisione e la qualità dei prodotti realizzati. Tale acquisizione consentirà al gruppo Tosto di consolidare la sua presenza su questa nicchia di mercato, coprendo uno spazio strategico del settore.

Commenti da Facebook

RIPRODUZIONE RISERVATA

Download in PDF©






Ti potrebbe interessare anche:

Gli articoli più letti in queste ore:

Do NOT follow this link or you will be banned from the site!