“LA TRANSUMANZA CHE UNISCE”: A TERAMO E LANCIANO EVENTI CON BENNATO E LA NOTTE DELLA TARANTA

21 Luglio 2022 12:39

Regione - AbruzzoWeb Turismo, Cultura, Spettacoli

PESCARA – Il programma del festival “Tra – La Transumanza che unisce”, prosegue nel fine settimana con i suoni e i ritmi coinvolgenti della Taranta.

Il percorso ambientale, culturale e identitario promosso dalla Presidenza del Consiglio regionale ha preso il via il 13 luglio con gli eventi di Santo Stefano di Sessanio e il concerto di Goran Bregovic che ha scaldato il folto pubblico di Piazza Duomo all’Aquila e prevede due nuovi appuntamenti.

Sabato 23 luglio, a Teramo, in Piazza Martiri della Libertà, alle ore 19, si partirà con il Laccio d’Amore di Penna Sant’Andrea; alle ore 21, salirà sul palco l’Orchestra popolare del Saltarello mentre dalle 22.30 spazio al “Taranta Power” con Eugenio Bennato (eventi organizzati in collaborazione con la Camera di Commercio Gran Sasso d’Italia).

Domenica 24 luglio, a Lanciano, alle 21.30, in Piazza del Plebiscito è in programma la “Notte della Taranta” con l’Orchestra popolare.

Il programma proseguirà fino al 13 agosto con altri appuntamenti che attraverseranno quei territori che costituiscono il tragitto della Transumanza.

“Prosegue questo entusiasmante e affascinante viaggio che animerà i nostri borghi e le nostre città con ritmi, danze, colori e profumi – dichiara in una nota il presidente del Consiglio regionale Lorenzo Sospiri – In questi primi dieci giorni di eventi è stato davvero sorprendente vedere tanto entusiasmo e partecipazione; di certo l’energia giusta per affrontare le nuove tappe. È stato preparato un calendario variegato che offre la possibilità di vivere svariate iniziative. Si tratta di occasioni che sono per la nostra regione un attrattore di Pil turistico e segnali confortanti giungono dalle tante persone che hanno partecipato ai primi appuntamenti e che continuano a prediligere le attività all’aperto dopo le chiusure dell’emergenza Covid”.

“Questa manifestazione ha un altro grande pregio – sottolinea Sospiri – dimostra che l’Abruzzo sta finalmente imparando a stare insieme. Un’unione grazie alla quale possiamo fare meglio e organizzare attività di grandissimo livello sotto il profilo culturale, ambientale ed esperienziale grazie al contributo e al lavoro di tutti gli attori interessati. L’obiettivo è multiplo: far conoscere ai più giovani le nostre tradizioni, i nostri castelli, far rivivere agli anziani gli odori e i sapori di un tempo, accogliere i turisti che cammineranno lungo i percorsi della Transumanza e farli cantare e ballare come facevano i Pastori”.

“Questo Festival è caratterizzato da un’ampia e ricca offerta musicale – rimarca il direttore artistico Danilo Di Paolonicola – dove ogni tappa è un viaggio: dall’impostazione classica dell’Istituzione Sinfonica Abruzzese, al Jazz di Nino Buonocore, Angelo Valori e Serena Brancale, dal nuovo cantautorato abruzzese di Setak, al pop di Filippo Graziani, passando ovviamente per il folk e le musiche tradizionali, anche di respiro internazionale, come per il concerto di Bregovic”.

“In aggiunta, ‘TRA – La Transumanza che unisce’, ospita quest’anno la decima edizione di Etnie Musicali e l’ottava del Festival del Saltarello: si tratta di appuntamenti internazionali di grande rilievo. Inoltre, per implementare ulteriormente l’interesse e l’offerta culturale, abbiamo programmato tante attività gratuite: stage di danza e strumenti tradizionali, giochi ecologici per bambini, dimostrazioni di antichi mestieri, di agroecologia, passeggiate erboristiche lungo le vie dei tratturi, conferenze sulla lana e sulle erbe della Transumanza, escursioni in e-bike e molto altro che troverete in calendario sotto la voce ‘TransumiAMO'”.

“Questo connubio di musica ed esperienze,  permette ai partecipanti di conoscere e scoprire la grande bellezza di cui la nostra regione può essere portatrice e promotrice. Si tratta di un’occasione importante per la promozione del territorio; non possiamo perdere di vista il nostro passato, le nostre radici, se vogliamo fare passi in avanti e proiettarci nel futuro. Una scommessa, quella del trovare il giusto equilibrio tra tradizione e innovazione, iniziata personalmente anni fa da un punto di vista musicale con l’Orchestra Popolare del Saltarello”.

LA LOGISTICA

Sangritana metterà a disposizione delle navette per raggiungere le località dove si svolgeranno gli eventi con partenze da Lanciano, Pescara e Chieti.

Commenti da Facebook

RIPRODUZIONE RISERVATA
Download in PDF©

    Ti potrebbe interessare: