LA TUA CAMBIA SEDE MA RESTA A CHIETI: GIULIANTE, ”STRUTTURE PIU’ EFFICIENTI E MODERNE”

16 Novembre 2019 14:53

CHIETI – La Tua resta a Chieti e la società unica di trasporto abruzzese, di concerto con l'amministrazione comunale, si fa promotrice di un nuovo sistema di mobilità attraverso la progettazione della funivia.

E' quanto emerso questa mattina nella conferenza stampa convocata dal sindaco Umberto Di Primio dal presidente della Tua, Gianfranco Giuliante che hanno illustrato alla Stampa le iniziative sul territorio dopo la dismissione dell’attuale sede a causa di motivi “tecnico-strutturali”.

Scongiurato quindi il rischio iniziale di smantellamento della sede teatina che cambierà però struttura anche se non sono stati forniti dettagli circa le motivazioni, almeno non di recente e i proprietari dell'attuale sede in via di dismissione hanno fatto presente che sul sito, a differenza di quanto evidenziato da Giuliante, non vi è presenza di eternit, come certificato dopo la bonifica avvenuta anni fa e dalle analisi dei laboratori effettuate di recente.

A seguito del bando emanato dalla Società di Trasporto per individuare un locale a Chieti che possa ospitare la sede della Società dopo la dismissione dei locali dove attualmente opera, il presidente Giuliante ha annunciato che sono pervenute due manifestazioni d’interesse nella zona di Chieti Scalo. Nei prossimi giorni verranno analizzate le proposte tecnico-economiche.






“Si smentisce in maniera chiara che la Società Tua volesse lasciare Chieti”, ha detto il presidente Giuliante.

Di Primio e Giuliante hanno spiegato che: “Ciò che la Società di Trasporto Pubblico attuerà in Città andrà ad intersecarsi con un progetto più ampio portato avanti dall’amministrazione comunale ovvero la ridefinizione del sistema della mobilità, la progettazione della funivia in fase di approvazione e in grado di collegare la parte bassa della città e il terminal di via Gran Sasso, il rifacimento dello stesso Terminal Bus a carico di Tua, il rifacimento della nuova Scala Mobile e l’ascensore di Largo Barbella”.

“Stiamo costruendo un sistema integrato del sistema pubblico che darà alla nostra città una immagine positiva e proiettata verso il futuro”, ha concluso Di Primio.

Commenti da Facebook

RIPRODUZIONE RISERVATA

Download in PDF©






Ti potrebbe interessare anche:

Gli articoli più letti in queste ore: