L’AQUILA, 728ESIMA PERDONANZA CELESTINIANA: IL PROGRAMMA ISTITUZIONALE E ARTISTICO

10 Agosto 2022 16:26

L'Aquila - AbruzzoWeb Turismo, Gallerie Fotografiche, Perdonanza 2022, Spettacoli

L’AQUILA – Claudio Baglioni e Fabri Fibra i big del cartellone artistico, la prima edizione del Premio del Perdono nell’ambito istituzionale.

Questi gli elementi di spicco del programma della 728esima Perdonanza dell’Aquila, illustrato questa mattina all’Auditorium del Parco dal sindaco Pierluigi Biondi, che è anche presidente del Comitato Perdonanza, l’organismo che materialmente si occupa dell’organizzazione dell’eventi, del vicesindaco Raffaele Daniele, coordinatore del Comitato stesso, e del direttore artistico, il maestro Leonardo De Amicis.

Tra le novità di questa edizione uno spazio ad hoc per i giovani, la “Perdonanza Village”, di cui al momento non è stato ancora diffuso il programma.

La Perdonanza celebra il primo Giubileo della storia, in ragione dell’indulgenza plenaria concessa dal Papa Santo Celestino V dalla basilica di Santa Maria di Collemaggio il 29 settembre 1294, garantendo il perdono dei peccati (alle condizioni previste dalla Chiesa universale) a chiunque fosse entrato ‘sinceramente pentito e confessato’ nella stessa basilica di Collemaggio per un giorno, tra il 28 e il 29 agosto di ogni anno.

Quella del 2022 sarà un’edizione molto particolare, con la vista pastorale di Papa Francesco, che aprirà la Porta Santa della basilica la mattina del 28 agosto. Dal dicembre 2019, la Perdonanza è stata riconosciuta dall’Unesco come Patrimonio immateriale culturale dell’umanità.

“La presenza di Papa Francesco dona a questa edizione della Perdonanza Celestiniana un carattere di portata universale che ci riempie di orgoglio ed emozione – ha dichiarato il sindaco dell’Aquila Pierluigi Biondi – Per la prima volta nella storia un Pontefice aprirà la Porta Santa della Basilica di Collemaggio per dare inizio al primo giubileo della cristianità che si rinnova ogni 28 agosto, da 728 anni. Il coronamento di un’aspirazione attesa da secoli, che per L’Aquila, insieme al programma istituzionale e artistico di indiscutibile qualità, rappresenta un’occasione straordinaria di crescita e visibilità planetaria”.

“La Perdonanza di quest’anno, inoltre, sarà la cornice ideale della prima edizione del Premio del Perdono, ispirato al messaggio morale di Celestino V sul perdono e ai richiami potenti di Papa Francesco circa l’impegno individuale e collettivo per la pace tra i popoli, da assegnare a persone che si impegnano quotidianamente nella difesa dei diritti e nella promozione del dialogo tra culture diverse. Abbiamo creduto sin dal principio nella necessità di dare una impronta nuova alla Perdonanza la cui crescita, culminata tre anni fa con il riconoscimento di patrimonio culturale immateriale dell’Unesco, è testimoniata non solo dal fervore spirituale impresso dalla Curia aquilana e dal valore delle proposte artistiche, ma anche dal grande affetto che, in forma accresciuta di anno in anno, la comunità tutta riserva alla manifestazione più antica della storia dell’Aquila”.

Biondi ha inoltre posto l’accento su una ‘ricorrenza’ che incrementa ulteriormente il valore dell’evento celestiniano.

“E’ la quarantesima edizione dell’era moderna – ha specificato il sindaco – cioè da quando, nel 1983, seguendo la felice intuizione dell’allora sindaco Tullio De Rubeis, grazie all’apporto operativo di personalità immense della cultura e della storia, quali il compianto professor Alessandro Clementi, e con la maestria di Errico Centofanti, che sviluppò il primo progetto e fu la guida organizzativa dei primi anni, la Perdonanza Celestiniana è stata ricreata e ha assunto le connotazioni generali che mantiene tuttora”.

Il figlio di Tullio De Rubeis, Giampaolo, ed Errico Centofanti – che due anni fa scrisse e mise in scena ‘La notte del gran rifiuto’, lavoro teatrale che ha ricostruito le ultime ore di pontificato di Celestino V prima delle dimissioni, nel dicembre del 1294 – erano presenti all’Auditorium del Parco, su invito del sindaco.

L’illustrazione della parte istituzionale dell’evento è stata affidata al vicesindaco e coordinatore del Comitato Perdonanza, Daniele.

“La presenza di Papa Francesco, che reciterà l’Angelus sul sagrato della Basilica di Collemaggio per poi aprire la Porta Santa, porterà una grandissima attenzione sull’Aquila che si appresta a vivere una edizione senza precedenti nella storia della Perdonanza Celestiniana. Il Comune dell’Aquila sta affrontando con il massimo impegno il rigidissimo protocollo organizzativo per consentire che tutte le manifestazioni, religiose, civili e artistiche, si svolgano nel migliore dei modi possibili. La presenza del Pontefice, i programmi istituzionale e artistico di assoluto spessore, le esibizioni di artisti di fama internazionale, l’indubbio e crescente successo delle passate edizioni, unitamente al riconoscimento della Perdonanza quale patrimonio immateriale Unesco conferito tre anni fa, ci consentono di suggellare l’ambizione di portare il giubileo più antico della cristianità fuori dai confini nazionali”.

A proposito della visita pastorale di Papa Francesco all’Aquila per l’apertura della Porta Santa della Basilica di Santa Maria di Collemaggio, è stato allestito un progetto per il reperimento di aree sosta, che, al momento, prevede 2325 parcheggi nell’area ovest 385 in quella est della città.

Reduce da numerose ‘fatiche’ artistiche, non ultima quella dei Cantieri dell’Immaginario dell’Aquila, la rassegna conclusasi pochi giorni fa nel capoluogo abruzzese, Leonardo De Amicis ha allestito un programma di alto profilo, descrivendone le caratteristiche.

“Il programma artistico di questa edizione epocale della Perdonanza Celestiniana è un ulteriore sviluppo, soprattutto qualitativo, del lavoro svolto negli ultimi cinque anni dalla direzione consapevole e ambiziosa che mi onoro di rappresentare (e che De Amicis svolge gratuitamente, come ha ricordato il vice sindaco Daniele, ndr) – ha affermato – una direzione artistica proiettata verso un cammino esclusivo e di forte richiamo culturale che attraverso l’arte, la musica, la recitazione, è in grado di accogliere, aggregare e donare nuova linfa alla collettività. Il momento più atteso è indubbiamente l’arrivo del Pontefice, una presenza che dona a tutte le esibizioni in programma un valore eccezionale. L’evento conclusivo si celebrerà con il concerto di un grande artista come Claudio Baglioni che si esibisce in un percorso musicale narrato sulle note dei musicisti del conservatorio dell’Aquila”.

Quest’anno è stato riprogrammato il sito internet della Perdonanza celestiniana dell’Aquila, www.perdonanza-celestiniana.it, sul quale sono già pubblicati i programmi istituzionale e artistico, che in ogni caso sono di seguito dettagliati:

 

PROGRAMMA ISTITUZIONALE

Venerdì 19 agosto, alle ore 11.00 presso la Basilica di Collemaggio, ci sarà l’inaugurazione anfiteatro della Porta Santa, mentre domenica 21, insieme al sindaco dell’Aquila, Pierluigi Biondi, l’Arcivescovo della città, il Cardinale Giuseppe Petrocchi, la soprintendente ABAP per L’Aquila e Teramo, Cristina Collettini, e il direttore del Munda, Federica Zalabra, verrà scoperta la Madonnina con Bambino di Saturnino Gatti dopo il suo restauro e riposizionamento su un’innovativa base antisismica, avvenuti a 13 anni dal terremoto.

Lunedì 22 agosto, alle ore 18.00 presso la Sala Rivera di Palazzo Fibbioni, si terrà il passaggio di consegne dalla Dama, il Giovin Signore e la Dama della Croce della 727esima edizione ai figuranti scelti per l’edizione 2022.

Martedì 23 agosto alle ore 18.00, dai Quattro cantoni, partirà il Corteo della Bolla che attraverserà il centro storico dell’Aquila, dal palazzo municipale fino alla Basilica di Collemaggio, scortato dal sindaco dell’Aquila, Pierluigi Biondi, dalle autorità civili, militari e religiose, e dai gruppi storici cittadini e ospiti, e dalla Fiaccola del Fuoco del Morrone. Inoltre, l’accensione del Tripode della pace inaugurerà l’inizio della 728° Perdonanza Celestiniana.

Mercoledì 24 agosto, alle ore 11.00 presso l’Auditorium del Parco, si terrà il Premio del Perdono – Edizione speciale, durante il quale ci sarà la presentazione dell’anteprima del premio, da assegnare a uomini e donne che si impegnano quotidianamente nella difesa dei più deboli, nel dialogo tra culture diverse, nelle azioni umanitarie, nella difesa dei diritti egualitari, nell’affermazione della pace e del progresso dei popoli. All’evento parteciperanno il Sindaco dell’Aquila, Pierluigi Biondi, l’Arcivescovo della città, il Cardinale Giuseppe Petrocchi, l’orafo Paolo Mazzeschi e il Comitato Perdonanza.

Giovedì 25 agosto alle ore 18 presso la Chiesa di San Silvestro, avrà luogo la presentazione della Croce del Perdono e la Pastorale della Perdonanza. L’organizzazione è a cura di Laura Caliendo.

Venerdì 26 agosto, alle ore 11.00 a Palazzo Fibbioni (Sala Rivera), si svolgerà l’evento “L’Aquila città del perdono”, a cui parteciperà il Comitato Perdonanza. La presentazione della pubblicazione sarà donata ai Cardinali che accompagneranno Papa Francesco in occasione della Perdonanza Celestiniana.

Domenica 28 agosto ci sarà la visita pastorale di Papa Francesco e l’apertura della Porta Santa.

Il programma è già stato reso noto anche con le modalità di partecipazione. Nei prossimi giorni saranno date ulteriori informazioni sulla sicurezza e l’accesso.

Lunedì 29 agosto alle ore 18.00 (Piazzale della Basilica di Collemaggio), avverrà la chiusura della Porta Santa e il corteo di rientro della Bolla del Perdono che raggiungerà la sede municipale di Palazzo Fibbioni. Per l’occasione, si terrà la Santa Messa stazionale con il rito di chiusura della Porta Santa e il rientro della Bolla del Perdono. La Santa Messa sarà presieduta da Sua Eminenza il Cardinale Giuseppe Petrocchi, l’Arcivescovo Metropolita dell’Aquila.

 

PROGRAMMA ARTISTICO

Martedì 23 agosto, alle ore 21.30 al Teatro del Perdono, con “Un canto per la Rinascita di futuro e pace”, ci sarà l’evento inaugurale ideato dal Maestro Leonardo De Amicis e scritto con Paolo Logli, realizzato all’Aquila per L’Aquila.

L’irrinunciabile evento che vuole riportare al centro dell’attenzione i temi principali della Cerimonia del Perdono, coniugando gli elementi della terra con il racconto e la musica, vedrà salire sul palcoscenico artisti straordinari: Diodato, Roberto Vecchioni, Gaia, LDA, Tony Hadley, Anna Foglietta, Daniele Pecci ed altri.

La conduzione della serata sarà affidata a Lorena Bianchetti, e l’Orchestra del Conservatorio “A.Casella” dell’Aquila, formata dalla Schola Cantorum S. Sisto e dalla Corale L’Aquila, diretta dal Maestro Leonardo De Amicis, farà da colonna sonora a questo eccezionale evento.

Mercoledì 24 agosto, alle ore 21.30 in Piazza del Duomo, la danza sarà protagonista con la seconda edizione del Gran Galà di Étoile Internazionale, presentato da Veronica Maya.

La testimonial dell’evento, nato all’Aquila dal Centro Danza Art Nouveau, sarà Eleonora Abbagnato (Étoile Internazionale e Direttrice del Corpo di ballo del Teatro dell’Opera di Roma),Stéphane Bullion (Étoile del Ballet de l’Opéra national de Paris), Ida Praetorius (Principal Royal Danish Ballet e Principal Hamburg Ballett – John Neumeier), Jacopo Bellussi (Principal Hamburg Ballett – John Neumeier), Yelizaveta Barkalova (Guest Principal dancer Ballet Magdeburg, già Principal dancer Donbass Opera in Ucraina), Alice Mariani (Prima ballerina Teatro alla Scala), Michele Satriano (Primo ballerino Teatro dell’Opera Roma), Mattia Semperboni (Solista Teatro alla Scala), Luigi Crispino (American Ballet Theatre),Simone Agrò (Teatro dell’Opera di Roma), Michele Esposito (Vincitore Amici 2022 Sezione Danza). 

La serata di giovedì 25 agosto sarà dedicata alla musica e al ballo con “L’Aquila Suona”, che emozionerà il pubblico con straordinari eventi musicali, performances, danza e arti diffusi nel centro storico cittadino.

Venerdì 26 agosto, presso Piazza del Duomo, alle ore 21.30, ci sarà “Fabri Fibra in concerto”.

In fine, imperdibile, il 30 agosto, al Teatro del Perdono alle ore 21.30, la serata conclusiva della 728esima Perdonanza Celestiniana, che vuole essere un grande abbraccio alla musica, alle arti, alla cultura, con Claudio Baglioni in “ Pace a Noi”. L’artista, grandissimo nome della canzone italiana che con i suoi successi è entrato nei cuori degli italiani, sarà accompagnato dall’Orchestra del Conservatorio “A.Casella” dell’Aquila.

 

Presentazione del Corteo della Bolla e del Fuoco del Morrone

Venerdì 12 agosto, alle 11.00, sempre presso l’Auditorium del Parco, verranno illustrati il Corteo della Bolla del Perdono (che, per la prima volta, quest’anno si svolge il 23 agosto e non il 28, in ragione della presenza di Papa Francesco) il percorso del Fuoco del Morrone, la tradizionale fiaccolata organizzata dal Movimento Celestiniano che ripercorre la strada intrapresa da Pietro Angelerio nell’agosto del 1294, dall’eremo di Sant’Onofrio, nei pressi di Sulmona, fino alla basilica di Collemaggio dell’Aquila, per ricevere le insegne pontificali e darsi il nome di Celestino V.

Interverranno il vice sindaco Raffaele Daniele, la vice presidente Fabrizia Aquilio e Pietro Piccirilli per il Comitato Perdonanza, Floro Panti per il Movimento Celestiniano.

Commenti da Facebook

RIPRODUZIONE RISERVATA
Download in PDF©

    Ti potrebbe interessare: