L’AQUILA: 100 PARCHEGGI A PORTA LEONI, 56 NUOVE CASE POPOLARI, SANCITO SCAMBIO COMUNE-ATER

4 Maggio 2021 12:13

L’AQUILA – Al posto delle case popolari danneggiate gravemente dal sisma del 6 aprile 2009 a ridosso di Porta Leoni che affaccia su San Bernardino a L’Aquila, ben 100 parcheggi pubblici a raso, e poi in seguito anche un parcheggio multipiano sotterraneo. Al servizio del centro storico che per tornare ad essere vivibile e attrattiva, ha necessità impellente di posti auto di prossimità. Gli  alloggi popolari dei palazzi che saranno abbattuti saranno sostituiti da ben 56 appartamenti in altri edifici della città, sicuri e ben ristrutturati, da assegnare a canoni sociali e concordati.

Questo ha rappresentato l’apertura di questa mattina del cancello arrugginito lungo via Luigi Signorini Corsi, a suggellare lo storico passaggio di consegne del bene dall’Ater dell’Aquila, rappresentata dal presidente Isidoro Isidori e il Comune dell’Aquila, rappresentato dal sindaco Pierluigi Biondi, di Fratelli d’Italia. Presenti alla conferenza stampa davanti ai ruderi delle case popolari, il vicepresidente della Regione, Emanuele Imprudente, della Lega, l’assessore regionale Guido Liris, di Fdi, e l’assessore comunale Carla Mannetti, anche lei di Fdi.

Il piano di riqualificazione di Porta Leoni cambierà volto alla città andando incontro anche alle esigenze di cittadini e commercianti che hanno impellente bisogno di parcheggi.

L’accordo prevede da parte dell’amministrazione comunale l’acquisizione del complesso delle case Ater situato nei pressi di Porta Leoni, fortemente danneggiato in seguito al sisma del 6 aprile 2009. Al suo posto sarà realizzato un parcheggio pubblico, nell’ambito del progetto di riqualificazione dell’intera area che si trova a due passi dalla basilica di San Bernardino e di importanti uffici istituzionali.

L’accordo, dopo il via libera in giunta dovrà essere approvato dal Consiglio comunale.

Progetto che è stato ammesso dal Cipe a una prima tranche di finanziamento di 400mila euro, a valere su importo complessivo di 4 milioni di euro. Con lo stesso atto, il Comune avrà la proprietà dell’edificio Ater di via dei Verzieri a Coppito, formalizzandone l’acquisizione e promuovendone la definitiva destinazione a uso scolastico, visto che lì, in seguito a un precedente accordo tra le due amministrazioni, è stata insediata una scuola. L’Ater in cambio potrà disporre di ben 56 appartamenti già ricostruiti, entrati in possesso del Comune dopo la cessione di essi dai proprietari terremotati che hanno optato per altri alloggi “equivalenti”.

“Questa è una giornata importante – ha detto il sindaco Biondi –   a stretto giro, acquisito il parere della Soprintendenza,  sarà fatta la gara di appalto per l’abbattimento dei palazzi, e potremo in tempi relativamente brevi mettere a disposizione dei cittadini parcheggi pubblici nell’immediata vicinanza del centro storico. Ed è solo il primo stralcio dell’intervento, poi realizzeremo un grande parcheggio  interrato”.

“Questo intervento – ha aggiunto il sindaco – si inquadra in un piano più complessivo, che ha come altri passaggi importanti l’imminente inizio dei lavori per la riattivazione tapis roulant  tra megaparcheggio di Collemaggio e piazza Duomo e del tunnel dal megaparcheggio a viale Rendina, ovvero alla villa comunale, per un totale di altri 700 posti auto. Tutto ciò è fondamentale per la pedonalizzazione progressiva del centro storico, che non può prescindere da parcheggi di prossimità. oggi – ha concluso il sindaco – si tocca con mano tra chi parla e chi  fa i fatti”.

Il presidente Ater Isidori ha espresso soddisfazione per “l’aver lavorato in accordo con il Comune  centrando un risultato importantissimo. Abbattere e ricostruire questi palazzi fortemente danneggiati, avrebbe avuto poco senso, anche dal punto di vista della sostenibilità economica. Avremo invece a disposizione 56 appartamenti nuovi e ristrutturati, con un notevole e risparmio di costi di manutenzione. siamo del resto consapevoli che il bisogno di abitazini popolari è sempre più elevate,

  LA DIRETTA 

Commenti da Facebook

RIPRODUZIONE RISERVATA
  1. PARCHEGGI PORTA LEONI: ROMANO, “COSTI ENORMI PER L’INTERVENTO”
    L'AQUILA - Deve essere chiara una cosa: su Porta Leoni la collettività sta pagando ben 11 milioni di euro per 89 posti auto a raso tra le mura storic...


Ti potrebbe interessare: