L’AQUILA: ABUSA DI UNA MINORENNE, 36ENNE IN CARCERE, INDAGINI CARABINIERI

17 Settembre 2020 23:56

L’AQUILA – Avrebbe abusato di una minorenne più volte, incurante anche del fatto che nella stanza accanto ci fossero le rispettive famiglie.

La ragazza, 16 anni, di origini marocchine, ma che vive a L’Aquila da anni con la famiglia, dopo settimane di paura, ha trovato il coraggio di denunciare: ieri, alle prime ore del mattino, i carabinieri del capoluogo hanno arrestato un 36enne, anche lui di origini marocchine, accusato di violenza sessuale.

L’uomo ora si trova nel carcere Costarelle di Preturo.

Secondo quanto riferito da persone vicine alla giovane, l’uomo, in visita alla casa di famiglia, nell’arco di un paio di mesi avrebbe più volte avvicinato la minorenne arrivando perfino, con scuse banali, ad introdursi nella sua camera da letto.

Gli abusi, secondo le fonti, si sarebbero consumati in diverse occasioni anche mentre in casa erano presenti sia i genitori della ragazza che la moglie e i figli dell’uomo.

La minorenne, sconvolta e spaventata, in un primo momento si sarebbe confidata con alcune compagne di scuola fino a quando avrebbe deciso di raccontare tutto ai genitori che subito l’hanno accompagnata in ospedale denunciando l’accaduto.

Un dramma che ha travolto la ragazza, ora seguita da uno psicologo, e i familiari, che temono ulteriori ripercussioni.

Secondo le testimonianze, infatti, sarebbero stati più volte minacciati da amici del 36enne che avrebbero intimato loro di non sporgere denuncia.

Sul grave fatto c’è il massimo riserbo.

Indagano i carabinieri dell’Aquila.

Commenti da Facebook

RIPRODUZIONE RISERVATA

Download in PDF©






Ti potrebbe interessare anche:

Gli articoli più letti in queste ore: