L’AQUILA: AL VIA CORSO AUTODIFESA CON TECNICA, AMTO PER PERSONALE POLIZIA MUNICIPALE

24 Gennaio 2020 13:30

L’AQUILA – Un corso di quattro mesi, che partirà lunedì fino a giugno, rivolto al personale della polizia municipale dell'Aquila, per apprendere le tecniche operative, da adottare in caso di pericolo, come quelle di difesa e attacco contro persone armate. Più in generale per accrescere le capacità di autocontrollo, lucidità ed efficacia. 

L’iniziativa è stata presentata oggi, nella sede del comando di Polizia municipale dell’Aquila, dal dirigente del settore di Polizia municipale Tiziano Amorosi, dal vice comandante, Lucio Di Berardino, e dall’istruttore Giovanni Marconi, che terrà il corso, in qualità della sua esperienza di istruttore di difesa personale della Polizia di Stato e di tecniche operative, con esperienza trentennale in diverse discipline, quali la boxe, il karatè, il kendo e il kenjutsu. 

Il corso è organizzato in collaborazione con il Gruppo sportivo della stessa Polizia municipale, di concerto con l’amministrazione comunale e l’Amto (Arti Marziali Tecniche Operative),  gruppo sportivo riconosciuto dal Coni), finalizzata ad un migliore addestramento, in tema di autodifesa, del personale.




“Lo scopo – ha subito sottolineato Marconi –  è quello di accrescere la sicurezza del nostro personale, la priorità è difensiva, non offensiva.  Le tecniche Amto consentono un controllo attraverso una razionale ed immediata valutazione della pericolosità della situazione, permettendo di scegliere l'azione più efficace e rapida da utilizzare per salvaguardare la propria ed altrui incolumità e il percorso di formazione prevede l'apprendimento tecnico in realtà simulate. La pratica di questo sistema di autodifesa è molto indicata nei casi di violenza ed aggressione”. 

“Studieremo le giuste distanze – entra nello specifico Marconi -, davanti ad una persona armata, come posizionarsi singolarmente e in coppia, come pure le tecniche oper disarmare l'aggressore e come ammanettarlo. Faremo respirazione ritmica e sincopata abbinati ad esercizi di movimento. Tutto questo accrescerà la capacità di autocontrollo, di concentrazione, nonchè il livello lucidità e consapevolezza in situazioni critiche, che è l'aspetto fondamentale”.

Ha spiegato a sua volta Amorosi: “La formazione professionale è fondamentale anche nella sua parte per così di re ‘fisica’, Chi opera sulla strada  può trovarsi ad affrontare situazioni pericolose legate a problemi di ordine pubblico. Nostro faro resta ovviamente la  prevenzione, intervenire per fare in modo che la situazione non degeneri, e che nessuno si faccia male.  Siamo sul territorio il riferimento primo a garanzia della normale convivenza dei cittadini: una grande responsabilità che presuppone preparazione e competenza, che con questo corso sarà ulteriormente accresciuta”.

Commenti da Facebook

RIPRODUZIONE RISERVATA

Download in PDF©






Ti potrebbe interessare:


Gli articoli più letti in queste ore: