L’AQUILA, ANTISTADIO GRAN SASSO-ACCONCIA: DA REGIONE 150MILA EURO

19 Dicembre 2020 15:56

L’AQUILA – La Regione Abruzzo ha concesso un finanziamento di 150 mila euro in favore del Comune dell’Aquila per interventi sull’antistadio dell’impianto Italo Acconcia.

È stato, infatti, approvato il cofinanziamento per il progetto esecutivo presentato dall’ente comunale con cui sarà valorizzato l’impianto di via Acquasanta. Sul Bollettino ufficiale della Regione (Burat) è stata infatti pubblicata la determinazione dirigenziale con la quale viene approvata la graduatoria dei progetti per la valorizzazione dell’impiantistica sportiva in base alla legge regionale 2 del 2018. La richiesta del Comune capoluogo si è classificata al 19esimo posto su circa 200 domande ammesse.

L’intervento pianificato dall’amministrazione comunale prevede lavori per 400mila euro, di cui 250mila euro con fondi dell’ente e 150mila euro che saranno per l’appunto finanziati dalla Regione.




“Abbiamo ottenuto il massimo concedibile – hanno commentato il sindaco Pierluigi Biondi e l’assessore allo Sport, Vittorio Fabrizi – a conferma della bontà e della credibilità del progetto che la Giunta aveva approvato meno di due mesi fa. Alla Regione Abruzzo va dato atto di aver svolto la procedura consequenziale con estrema celerità. Il nostro ringraziamento, inoltre, è rivolto all’assessore regionale allo Sport, Guido Quintino Liris per aver confermato il suo sostegno a questa terra e ai suoi progetti di sviluppo”.

“Con l’erogazione di questo contributo – hanno concluso Biondi e Fabrizi – gli uffici competenti potranno attivare da subito i procedimenti di gara per l’affidamento dei lavori, in modo da arricchire il prima possibile l’impianto sportivo ‘Acconcia’ di Acquasanta. Un altro punto a favore della città in fatto di impiantistica sportiva, anche in previsione delle iniziative che si svolgeranno in funzione della circostanza che L’Aquila è stata dichiarata Città europea dello sport 2022”.

 

Commenti da Facebook

RIPRODUZIONE RISERVATA

Download in PDF©




Ti potrebbe interessare:

Gli articoli più letti in queste ore: