L’AQUILA, APERITIVO DELLA VIGILIA IN CENTRO: CHIUDE JU BOSS MA “NON TUTTI POSSONO FERMARSI”

23 Dicembre 2021 09:35

L'Aquila: Cronaca

L’AQUILA – Un altro Natale di restrizioni a causa del Covid e all’Aquila si discute sull’aperitivo della Vigilia in centro, dopo l’ordinanza firmata dal sindaco, Pierluigi Biondi, che ha stabilito il divieto “di somministrazione di bevande alcoliche su tutto il territorio comunale dalle 15 alle 24”.

A decidere di non aprire i battenti, per tutta la giornata di domani è la storica cantina “Ju Boss”, da cui, dopo il terremoto del 2009, è nata la tradizione dell’aperitivo in centro arrivata fino a oggi. Per i titolari la situazione sarebbe “difficilmente gestibile”. Troppi rischi di assembramento per l’enoteca, soprattutto nell’adiacente piazza Regina Margherita quasi interamente interessata dal cantiere di riqualificazione.

Si dividono i commercianti aquilani: “Sapevamo di questa scelta da giorni. La comprendiamo, ma non tutti possono permettersi di fare altrettanto. Faremo rispettare e rispetteremo le regole – assicura al Centro Angelo Liberati (Confcommercio) – Molti dei nostri associati non possono permettersi nuove chiusure forzate. Cercheremo in ogni modo, tuttavia, di garantire la sicurezza di chi vorrà partecipare a questa festa della città”.

L’ultima ordinanza del primo cittadino, spiega ancora Liberati, è stata “condivisa con i commercianti”. E aggiunge: “Molti associati sono in difficoltà economiche. Siamo consapevoli dei rischi a cui andiamo incontro, ma ci siamo battuti affinché fosse possibile salvaguardare un momento importante per il commercio della città. Sono state adottate misure di buon senso che permetteranno a tutti di vivere la giornata in sicurezza”.

Le norme ci sono, starà a noi tutti rispettarle. Speriamo nel buonsenso di commercianti e consumatori e confidiamo nelle forze dell’ordine. Faremo la nostra parte, a livello di distanze e numeri nei locali. Abbiamo sempre collaborato con le forze dell’ordine ed è giusto che ci siano controlli anche per gli esercenti. Tutti vogliamo combattere il Covid, ma non si possono perdere alcune occasioni per fare cassa. Il commercio è in ginocchio. Il nostro appello è che tutti durante l’aperitivo si muovano con estrema responsabilità”.

L’ORDINANZA

Limiti al consumo di alcolici alla Vigilia e obbligo di indossare la mascherina anche all’aperto.

Sono questi gli elementi principali dell’ordinanza firmata dal sindaco dell’Aquila a seguito del Comitato di Ordine e sicurezza pubblica, del tavolo tecnico svoltosi in Questura e dell’Unità di crisi  che ha raccolto anche le specifiche indicazioni della Asl in merito.

Vietata la somministrazione di bevande alcoliche su tutto il territorio comunale dalle ore 15 alle ore 24 del giorno 24 dicembre, fatta eccezione per il servizio al tavolo da svolgere esclusivamente all’interno dei locali che non dovranno superare il limite di capienza; così come sarà vietato, dalle ore 15 alle ore 24 del giorno 24 dicembre, il consumo di bevande alcoliche in ogni area pubblica del territorio comunale.

“Non è nelle prerogative del sindaco sostituirsi all’autorità governativa e, dunque, imporre il coprifuoco, come da più parti auspicato. Il provvedimento, nonostante l’Abruzzo sia zona bianca – commenta il sindaco dell’Aquila, Pierluigi Biondi – ha l’obiettivo di ‘contenere’ gli effetti che il dilagare del virus potrebbe avere sulla tenuta del nostro tessuto sociale ed economico”.

L’ordinanza del primo cittadino, infatti, adotta misure che hanno l’obiettivo di evitare assembramenti nei momenti della giornata che storicamente sono più critici, ovvero quelli pomeridiani. Allo stesso tempo è salvaguardata la somministrazione ai tavoli dove è possibile mantenere il distanziamento.

“Si tratta di una scelta di buon senso e non di un atto unilaterale – continua Biondi – che vede partecipi tutte le istituzioni e le organizzazioni che ‘reggono’ l’iniziativa, contemperando le esigenze della tradizione, delle attività commerciali e della salvaguardia della salute collettiva. Sarà necessaria la collaborazione di tutti: responsabilità e senso civico è quello che insieme chiediamo agli aquilani”.

Quanto alle mascherine, indossarle sarà obbligatorio anche “anche negli spazi all’aperto, nei giorni, fasce orarie e luoghi di seguito indicati:

24, 25, 26 dicembre 2021, tra le ore 10 e le ore 22; dalle ore 10 del 31 dicembre 2021 fino alle ore 22 del 1° gennaio 2022; dalle ore 8 alle ore 22 del 5 gennaio 2022 e dalle ore 10 alle ore 22 del 6 gennaio 2022;

nelle aree individuate dalle seguenti vie e piazze, meglio identificate nella planimetria allegata:

–          Corso Umberto / Piazza Palazzo;

–          Piazza Battaglione Alpini / Corso Vittorio Emanuele / Largo Tunisia;

–          Corso Vittorio Emanuele (Portici);

–          Corso Federico II / Piazza Duomo / Via Cavour / Via Sassa;

–          Via Indipendenza / Piazza San Marco;

–          Piazza San Basilio;

–          Via Castello / Via Zara;

–          Corso Vittorio Emanuele (“corso stretto”) / Via San Bernardino / Via Verdi / Piazza Regina Margherita / Via dei Sali / Via Leosini / Via Garibaldi / Piazza Chiarino / Piazza Santa Maria di Paganica / Via della Genca / Costa Mandatario;

Restano fermi – infine – “il rispetto delle regole di capienza e distanziamento stabilite dai protocolli e dalle linee guida vigenti e l’obbligo, stabilito dal DPCM 2 marzo 2021, di esporre all’ingresso dei locali un cartello che riporti il numero massimo di persone ammesse contemporaneamente”.

L’ordinanza dispone, inoltre, l’intensificazione dell’attività di pulizia da parte dell’ASM, anche mediante l’installazione di ulteriori cassonetti. Saranno, infine, rafforzati i controlli, anche del tasso alcolemico, mentre è prevista una rigorosa attività sanzionatoria.

blank

 

Commenti da Facebook

RIPRODUZIONE RISERVATA
    Articolo

    Ti potrebbe interessare: