L’AQUILA: APRE MAMMU’, DA BANCARIO A RISTORATORE

Autore dell'articolo: Alberto Leone

12 Settembre 2012 10:15

L’AQUILA – Da funzionario di banca a ristoratore: una nuova sfida lavorativa tutta da scoprire, una decisione forte e coraggiosa in questo pesante periodo di crisi, specialmente nelle zone interne dell’Abruzzo.

Questa è la scelta fatta da un aquilano, Roberto Mariotti, il quale ha deciso di lasciare il posto di lavoro che aveva presso la Banca di Credito Cooperativo di Roma (ex banca di Montereale) per aprire un nuovo ristorante di pesce.

Padre di tre figli, il neo imprenditore spiega ad AbruzzoWeb che già da un po’ aveva maturato la decisione di cambiare posto di lavoro.

“Dopo 18 anni in banca mi sono accorto che questo lavoro è cambiato, non fai banca come una volta – sostiene – non c’è più la tranquillità di prima”.






Come è nata l’idea di aprire un ristorante? “Una pazzia – dice semplicemente – L’idea che mi era venuta dopo aver lasciato il lavoro nel maggio scorso era quella di rilevare il discopub ‘Frida’, ma per varie circostanze e per l’opportunità che si era presentata era meglio gestire un ristorante”.

Il nome del nuovo locale è “Mammù”, che nasce dal soprannome che un figlio di Roberto aveva dato a suo zio; il ristorante ha aperto nelle vicinanze dell’Eurobar sulla strada statale 17 bis (ex “Piccolo Principe”) nella zona industriale di Bazzano, e sarà a conduzione familiare: con Roberto ci saranno anche la moglie e il cognato a gestire l’attività.

Dal punto di vista culinario sarà il pesce a farla da padrone, la specialità dello chef Gaetano Gazzo su cui si baserà l’offerta gastronomica del locale, e Mariotti assicura che rappresenterà una “particolarità”in tutta la città. “Rispetto agli altri ristoranti facciamo cose diverse dall’inizio alla fine, dall‘antipasto al dolce”, assicura.

Quali sono le sensazioni per questa nuova sfida lavorativa? “Sono entusiasta – rivela Roberto – inoltre sono più sereno perché posso gestire il mio lavoro in prima persona e provo molta soddisfazione perché il ristorante è una ‘cosa’ mia; però ammetto che iniziare una nuova avventura lavorativa di punto in bianco è una sfida dura, perché tra burocrazia e fornitori è abbastanza difficile organizzarsi, devi controllare tutto”.

Commenti da Facebook

RIPRODUZIONE RISERVATA

Download in PDF©






Ti potrebbe interessare anche:

Gli articoli più letti in queste ore: