L’AQUILA: ASM ADERISCE ALLA SETTIMANA EUROPEA DEI RIFIUTI

20 Novembre 2014 18:55

L'AQUILA – Ridurre l'immondizia prodotta, che in Europa arriva a 2,5 miliardi di tonnellate l'anno, oltre 500 kg a testa. Questo l’obiettivo della sesta edizione della Settimana europea per la riduzione dei rifiuti dal 22 al 30 novembre 2014 e a cui hanno aderito anche l’Asm spa e il Comune dell'Aquila.

La “Settimana” è un’iniziativa nata all’interno del Programma Life+ della Commissione Europea, con l’obiettivo primario di sensibilizzare le Istituzioni, gli stakeholder e tutti i consumatori circa le strategie e le politiche di prevenzione dei rifiuti messe in atto dall’Unione Europea, che gli Stati membri devono perseguire.

In particolare, il tema di questa edizione sarà la lotta allo spreco alimentare.






“Lo spreco alimentare – ha affermato il Ministro dell’ambiente, Gian Luca Galletti – è una delle forme eticamente più odiose della produzione di rifiuti perché innesca un consumo di risorse inutile, dannoso e riprovevole a fronte della carenza di cibo di cui soffrono ampie aree del mondo”.

Proprio lo spreco alimentare è diventato infatti un’emergenza planetaria visto che ogni anno nel mondo si getta via un terzo del cibo prodotto (1,3 miliardi di tonnellate, secondo la Fao). Galletti ha anche spiegato che “l’obiettivo strategico per affrontare il problema dei rifiuti non è quello di trovare nuovi modi per smaltirli ma di evitare di produrli, riutilizzando tutte le materie prime, innescando processi produttivi come l’eco-design in cui già dalla progettazione si pensi al loro riciclaggio e al riutilizzo dei materiali”.

Il messaggio comune è dunque che “non bisogna buttare via nulla”, sia per questioni di rispetto ambientale, e quindi anche di tutela della salute, sia per motivi economici e di rispetto degli altri. Un primo passo per farlo, ad esempio, è proprio quello di comprare prodotti di stagione, che possono essere acquistati a Km 0, valorizzando la filiera locale ed evitando quindi costi legati al trasporto e all’impacchettamento.

Commenti da Facebook

RIPRODUZIONE RISERVATA

Download in PDF©






Ti potrebbe interessare anche:

Gli articoli più letti in queste ore: