L’AQUILA: AUDITORIUM RENZO PIANO, A SEI ANNI DA REALIZZAZIONE 350MILA EURO PER MANUTENZIONE

16 Gennaio 2021 11:36

L’AQUILA – Ammonta a 350.000 euro la stima dei costi necessari ai lavori di manutenzione dell’auditorium del parco, realizzato dall’archistar Renzo Piano, per effettuare i quali ci vorranno circa sei mesi.

È questa la valutazione tecnico-economica fatta da Paolo Colonna, architetto dello studio di progettazione “Renzo Piano Building Workshop” e dall’architetto Alessandro Traldi, progettisti dell’opera.

Un salasso, tenuto conto della condizione disperata di tanti artisti e musicisti, ovvero del “contenuto” dei contenitori dell’espressione culturale.

La struttura fu inaugurata nell’ottobre 2012, con un concerto diretto dal maestro Claudio Abbado (dal quale nel 2009 nacque l’idea della realizzazione), alla presenza dell’allora presidente della Repubblica Giorgio Napolitano. La progettazione, a cura della Renzo Piano building workshop, fu prestata a titolo gratuito, mentre l’operazione costò complessivamente circa 7 milioni di euro, interamente coperti da fondi elargiti dalla Provincia autonoma di Trento.




A rendere noti i costi di manutenzione, in particolare delle facciate in legno policrome e oramai scolorite, il consigliere comunale del Partito democratico, Stefano Palumbo, capogruppo.

“È necessario adesso adoperarsi immediatamente per il reperimento delle risorse  – spiega dunque Palumbo – che, dopo la bocciatura da parte della maggioranza di centrodestra in consiglio regionale dell’emendamento alla legge di bilancio proposto dal consigliere regionale Pierpaolo Pietrucci con il quale chiedeva il finanziamento dell’intervento, dovranno necessariamente trovare copertura all’interno del prossimo bilancio di previsione comunale”.

“Un’ulteriore possibilità da prendere in considerazione è senz’altro quella che offerta dall’art-bonus, meccanismo introdotto dal DL 83/2014 che incentiva il mecenatismo culturale attraverso un credito di imposta, pari al 65% dell’importo donato, riconosciuto a chi effettua erogazioni liberali a sostegno del patrimonio culturale pubblico italiano. Ritengo infatti che possano essere diverse le realtà imprenditoriali interessate ad affiancare il proprio nome a quella di un’archistar di fama internazionale come Renzo Piano attraverso il restyling di un’opera conosciuta ben al di fuori delle nostre mura, scelta, ad esempio, dalla casa editrice tedesca d’arte Taschen come copertina del volume dedicato alle opere dell’architetto genovese”, prosegue Palumbo.

“È fondamentale però accelerare questi passaggi, di cui mi farò promotore in consiglio comunale, in modo da poter approfittare, al riparo da pioggia e freddo, dei mesi primaverili ed estivi per un più efficace trattamento del legno esterno, e delle restrizioni legate all’emergenza covid che non consentono attualmente l’organizzazione di eventi in presenza, in modo da poter tornare a disporne pienamente appena le condizioni sanitarie finalmente lo consentiranno. Credo sia quello che migliaia di aquilani si aspettano, è senza dubbio quello che il rispetto per un dono così importante impone di fare”, conclude Palumbo. (f.t.)

Commenti da Facebook

RIPRODUZIONE RISERVATA

Download in PDF©



ARTICOLI PER APPROFONDIRE:


    Ti potrebbe interessare:

    Gli articoli più letti in queste ore:

    Do NOT follow this link or you will be banned from the site!