L’AQUILA CAPITALE CULTURA: IL 30 GENNAIO INCONTRO CON CITTADINI

24 Gennaio 2020 12:44

L'AQUILA – Si svolgerà il prossimo 30 gennaio, alle 15, nella sala Rivera di Palazzo Fibbioni, l’incontro pubblico con la cittadinanza in vista della definizione del dossier di candidatura della città dell’Aquila a Capitale europea della cultura 2021. 

Finalità della riunione è la illustrazione e la condivisione dei principali elementi caratterizzanti la candidatura e risponde alla volontà di interpellare i privati cittadini sin dalle prime fasi di preparazione e della messa a punto del documento. 

A tal proposito è stato pubblicato un avviso sul sito internet istituzionale del Comune dell’Aquila nella sezione “In Primo Piano” (https://www.comune.laquila.it/index.php id_oggetto=3&id_cat=0&id_doc=6900&id_sez_ori=0&template_ori=1&&gtp=1).

L’incontro, durante il quale sarà illustrato nel dettaglio il concept della candidatura allegato al presente avviso, è finalizzato a raccogliere punti di vista e riflessioni utili a rafforzare i contenuti del documento di candidatura, in corso di elaborazione.





“È in atto un importante percorso di partecipazione e condivisione di idee, proposte e suggerimenti per definire in tempi rapidi gli elementi portanti del dossier di candidatura di un intero territorio, e non solo della città dell’Aquila”. 

“Il gruppo di lavoro si è già confrontato con le istituzioni culturali che afferiscono al Fondo unico per lo spettacolo, Conservatorio ‘Casella’, Accademia delle Belle arti, Università, Gran Sasso Science Institute, Laboratori del Gran Sasso, Associazioni culturali, di categoria e sindacali, rappresentanti di ordini professionali, Soprintendenza, Munda, Maxxi, sindaci del cratere e Comitato Perdonanza – spiega il sindaco Pierluigi Biondi – Chiederemo ai cittadini che vogliono sostenere questo importante processo di fornire il loro contributo”.

Al fine di consentire la puntuale organizzazione dell’incontro in menzione, si invitano i soggetti interessati a comunicare, entro le 9 del prossimo 29 gennaio 2020, all’indirizzo di posta elettronica: [email protected], la disponibilità a partecipare ai relativi lavori, avendo cura di indicare il proprio nominativo, il percorso personale e le motivazioni della proposta, il recapito telefonico e l’indirizzo mail di riferimento per eventuali comunicazioni.

Commenti da Facebook

RIPRODUZIONE RISERVATA

Download in PDF©






Ti potrebbe interessare:


Gli articoli più letti in queste ore:

Do NOT follow this link or you will be banned from the site!