L’AQUILA: COCAINA NASCOSTA NELLA FERMATA BUS DI GIGNANO, ARRESTATI DUE GIOVANI PUSHER ALBANESI

9 Luglio 2024 15:03

L'Aquila - Cronaca

L’AQUILA – Utilizzavano la fermata dell’autobus di Gignano per nascondere cocaina pronta per lo spaccio  al dettaglio, ma quando i due giovani pusher albanesi sono andati a recuperare le dosi anno trovato ad attenderli i carabinieri.

È accaduto ieri pomeriggio nella frazione aquilana, dopo che una pattuglia del nucleo operativo della compagnia ha rivenuto lo stupefacente e un bilancino di precisione nascosti tra le sterpaglie, a due passi dalla pensilina dei pullman.





Dopo un veloce sopralluogo, i militari operanti hanno deciso di ritardare il sequestro della droga individuata per appostarsi nei d’intorni. Non è infatti passato molto tempo che, a bordo di un’auto sono arrivati i due albanesi di 25 e 28 anni, con alle spalle precedenti di polizia, immediatamente arrestati con l’accusa di detenzione di cocaina ai fini di spaccio.

L’attività di polizia giudiziaria è proseguita con la perquisizione personale delle persone bloccate e, individuata la loro abitazione, poco distante dalla pensilina dei pullman, anche con quella domiciliare.





All’interno dell’appartamento è stata rinvenuta un’ulteriore dose di cocaina e la somma contante di circa 5.500 euro, quale verosimile provento di cessioni fatte in precedenza. Tutto quanto rinvenuto è stato sottoposto a sequestro probatorio a sostegno dell’ipotesi accusatoria a carico degli arrestati.

Le fasi delle attività antidroga intrapresa sono state riportate al p.m. in turno alla procura della Repubblica dell’Aquila, che, preso atto dell’operazione di polizia giudiziaria, prima dell’udienza di convalida, che si terrà davanti al gip dello stesso tribunale, ha disposto il trasferimento in carcere degli arrestati.

Commenti da Facebook

RIPRODUZIONE RISERVATA
Download in PDF©


    Ti potrebbe interessare:

    ARTICOLI PIÙ VISTI: