L’AQUILA: DA CONSIGLIO COMUNALE VIA LIBERA A DASPO URBANO E OK A REGOLAMENTO PER ADOZIONE AREE VERDI

6 Dicembre 2019 19:01

L'AQUILA – Il Consiglio comunale dell’Aquila ha approvato stamani due mozioni.

Una, proposta da Ersilia Lancia (Fdi), riguardante iniziative in favore dei minori dati in affido, per scongiurare illeciti di diversa natura.

Con tale documento (varato dall’aula all’unanimità, 16 sì), il sindaco Pierluigi Biondi, oggi non presente in Aula, e la giunta vengono impegnati ad attivarsi presso gli uffici competenti al fine di conoscere, con cadenza annuale, attraverso criteri uniformi e un puntuale monitoraggio, il numero dei minori fuori famiglia seguiti dai servizi sociali.

Tra le altre prescrizioni, la mozione prevede l’implementazione del personale impiegato negli uffici delle Politiche sociali, la collaborazione tra il servizio pubblico e le organizzazioni private delegate per la gestione dell’affido e l’adozione di iniziative volte a garantire la temporaneità dell’affidamento.

Con un’altra mozione (Roberto Silveri, Gruppo misto), votata all’unanimità dei 22 consiglieri presenti, il Consiglio ha invitato l’amministrazione comunale a non sottoporre all’Aula proposte intese all’esame di varianti al Prg delle zone destinate ad attrezzature generali relative a rotazione, verso destinazioni d’uso commerciali di media e grande distribuzione, “allo scopo – è scritto nel documento – di non sacrificare l’attuale fase di organizzazione e programmazione” riguardante l’iter di revisione del Piano regolatore, che è in corso.

Con un emendamento, il Consiglio ha fatto salve le proposte deliberative indifferibili, corredate da un adeguato studio di fattibilità sul piano ambientale, urbanistico, economico, sociale e dell’interesse generale.





Successivamente, l’Assemblea comunale ha approvato una traslazione all’interno di alcune aree all’interno dello stesso lotto, avente destinazione d’uso commerciale, nella zona di Cansatessa.

Via libera anche alla delibera con cui è stato approvato il regolamento per l’adozione delle aree verdi del territorio comunale. Il regolamento, illustrato in Aula dall’assessore all’Ambiente Fabrizio Taranta, disciplina le modalità per ottenere l’affidamento di aiuole, giardini, aree a verde di pertinenza delle scuole, rotatorie e spartitraffico, fioriere e spazi urbani; potranno presentare la richiesta una serie di soggetti, anche i singoli cittadini.

Gli obiettivi sono il coinvolgimento dei cittadini e degli operatori economici nella gestione e nel miglioramento del territorio comunale, la stimolazione del senso di appartenenza dei cittadini nei confronti del bene comune, il recupero di spazi verdi pubblici (ripristinandone il decoro e ristabilendo l’utilità e l’efficienza del bene stesso) e la conservazione delle stesse aree verdi.

Successivamente il Consiglio ha approvato a maggioranza le modifiche al regolamento di Polizia urbana, introducendo delle misure a tutela e sicurezza del decoro urbano di particolari luoghi con divieti di accesso e ordini di allontanamento nei confronti di chi ponga in essere condotte che impediscano la fruibilità e l’accessibilità delle aree in questione.

“Si tratta di un provvedimento molto importante – ha dichiarato l’assessore alla Polizia municipale, Carla Mannetti, che ha illustrato il provvedimento in Aula – che è in linea con il programma di mandato dell’amministrazione, che pone al centro degli interessi della città la sicurezza e la garanzia di ordine pubblico. È stato recepito in questo modo – ha proseguito l’assessore Mannetti – il decreto 113 del 2018, che ha introdotto il cosiddetto 'Daspo urbano'. In sostanza, la polizia municipale effettuerà dei controlli molto capillari nei luoghi ritenuti più a rischio per la sicurezza, che sono stati individuati nel Terminal di Collemaggio, nei parcheggi pubblici antistanti l’ospedale San Salvatore e il mercato di piazza d’Armi, nelle aree davanti alle scuole, nei parchi, giardini pubblici e aree verdi del territorio comunale. Gli agenti, in questi luoghi, potranno allontanare e sanzionare coloro che si comporteranno in modo tale da impedire il libero accesso e la fruibilità e che metteranno a repentaglio il decoro, la sicurezza e l’ordine pubblico. In caso di reiterate condotte di questo genere, verranno inoltrate le opportune segnalazioni alla questura per l’allontanamento prolungato”.

L’Aula ha infine autorizzato il rilascio del permesso di costruire in deroga per dei lavori di sostituzione edilizia di immobili danneggiati dal terremoto del 2009 a viale Giovanni XXIII e a Onna, il cambio di destinazione d’uso da artigianale a commerciale di un’area a viale della Croce Rossa e ha abrogato i regolamenti interni dei contratti e dei lavori, forniture e servizi in economia, per modifiche sostanziali della normativa nazionale in materia.

Commenti da Facebook

RIPRODUZIONE RISERVATA

Download in PDF©






Ti potrebbe interessare:


Gli articoli più letti in queste ore:

Do NOT follow this link or you will be banned from the site!