L’AQUILA: “DOBBIAMO APRIRE TUTTI!”, L’APPELLO DEL RISTORATORE LUCIO CARISSIMI

17 Gennaio 2021 15:14

L’AQUILA – “Spero in una condivisione da parte dei miei colleghi in un momento drammatico per tutti noi imprenditori della ristorazione. Dobbiamo aprire nonostante il divieto, rispettando, ovviamente, tutte le normative per garantire la sicurezza”.

Lo afferma ad AbruzzoWeb Lucio Carissimi, imprenditore aquilano, titolare del bar Duomo e della tavola calda-pizzeria “da Lucio” all’interno del centro commerciale Globo.

Carissimi, che aveva già annunciato, in una intervista al quotidiano il Messaggero, di voler aprire da domani, lunedì 18 gennaio, nonostante l’Abruzzo dell’emergenza Covid-19 sia appena ripiombato nel colore arancione, rilancia quindi sia allarme che un disperato “grido di battaglia”: “Economicamente stiamo vivendo un disastro – ammette a questo giornale – dopo aver investito per garantire la sicurezza della nostra clientela e dei nostri dipendenti”.

“Quando è arrivata la notizia del passaggio dell’Abruzzo dalla zona gialla a quella arancione – continua Carissimi – sono rimasto senza parole, perché non mi aspettavo si potesse tornare indietro. Invece è andata così. Per noi imprenditori, però, dover tornare indietro è un danno enorme. Allora ho deciso di farmi forza e di aprire lo stesso, consapevole di andare incontro a delle sanzioni”.

“Adesso – conclude – è il momento per i miei colleghi di intraprendere questa strada, che è quella della sopravvivenza di un intero settore altrimenti destinato al fallimento. Domani apriamo tutti!”. (r.s.)

Commenti da Facebook

RIPRODUZIONE RISERVATA
    Articolo

    Ti potrebbe interessare: