L’AQUILA: FALLIMENTO MLM CARNI, SCAGIONATA FONTECCHIO. GIP: “NON HA COMMESSO IL FATTO”

17 Dicembre 2020 07:36

L’AQUILA – Posizione archiviata “per non aver commesso il fatto”. Anna Bruna Fontecchio esce dall’indagine della Procura dell’Aquila sul fallimento della Mlm Lavorazioni carni Sas, un’impresa molto conosciuta nella zona industriale della frazione aquilana di Bazzano. Nelle scorse settimane, il Gip, Guendalina Buccella, ha disposto l’archiviazione, sancendo, dunque, la totale estraneità ai fatti della Fontecchio, rappresentata dagli avvocati Marzia Lombardo e Sabrina Altamura, del Foro dell’Aquila.

L’inchiesta aveva portato all’iscrizione, sul registro degli indagati, di quattro persone, accusate a vario titolo per una bancarotta da 15 milioni di euro sancita con sentenza di fallimento emessa 3 anni fa come conseguenza di una serie di operazioni ritenute spregiudicate dal pm Simonetta Ciccarelli: sarebbero state in realtà finalizzate a un peraltro comprensibile tentativo di evitare il dissesto o recuperare delle somme, ma che avrebbero peggiorato la situazione, già in rosso per crediti inesigibili, per poi scivolare nell’illegalità, stando almeno a quanto contestato dall’accusa.




Massimo Ciuffetelli, 66 anni, titolare della Sas fallita, è colui che avrebbe commesso, secondo la relazione della Guardia di Finanza, il maggior numero di operazioni discutibili, mentre gli altri indagati, Luciano Ciuffetelli, Anna Bruna Fontecchio e Riccardo Ciuffetelli sono partiti da posizioni assai più defilate. Fino ad arrivare, per la Fontecchio, all’archiviazione. I tentativi di evitare il fallimento erano finalizzati a un concordato preventivo, ma l’intento non ha sortito gli effetti sperati.

Nel mirino del pm sono finite parecchie operazioni fatte con altre società. Massimo Ciuffetelli, tra le altre cose, avrebbe concorso a causare il dissesto della sua impresa: secondo il pm, con l’intenzione di ingannare i soci, per conseguire un ingiusto profitto consistente in alcune operazioni per distrarre i soldi, non avrebbe provveduto al recupero di crediti vantati, omettendo di ricapitalizzare o mettere in liquidazione la sua società nascondendo così lo stato di insolvenza.

Commenti da Facebook

RIPRODUZIONE RISERVATA

Download in PDF©



ARTICOLI PER APPROFONDIRE:


    Ti potrebbe interessare:

    Gli articoli più letti in queste ore:

    Do NOT follow this link or you will be banned from the site!