TUTTO PRONTO PER FOOD & ROSE’ SELECTION. L’AQUILA, OCCHI DEL MONDO SUL VINO ABRUZZESE

31 Maggio 2021 14:58

L’AQUILA –  “L’Abruzzo capitale del vino rosé”: ospiterà dal 4 al 6 giugno prossimi all’Aquila la “Food & Rosé Selection by CMB”, una sfida sui rosé che rappresenta la prima edizione organizzata dal Concours Mondial de Bruxelles, in collaborazione con la Regione Abruzzo. Nel capoluogo abruzzese arriveranno personalità del mondo del vino rosato e della gastronomia d’eccellenza, ma anche i vini premiati nella prima edizione della Selezione Rosé by CMB che si è svolta lo scorso marzo a Bruxelles.

L’Europa del vino e le eccellenze gastronomiche dell’Abruzzo, dunque, saranno al centro di una gara che decreterà il miglior abbinamento cibo-rosato dell’anno: a preparare i piatti, nel ristorante Magione Papale, saranno i giovani dell’istituto alberghiero dell’Aquila in una tre giorni che richiamerà tra gli altri 45 esperti degustatori internazionali, tra sommelier, critici, buyer, giornalisti e rappresentanti di organizzazioni, che vestiranno i panni di giudici per definire l’abbinamento gastronomico più adatto per ogni vino medagliato.

L’evento, uno dei primi in Italia in presenza del settore, è stato presentato nel corso di una conferenza stampa che si è volta all’Aquila: “Da venerdì prossimo gli occhi del mondo nel settore vinicolo saranno puntati su L’Aquila e sull’Abruzzo intero – ha commentato il vice presidente della Giunta regionale con delega all’Agricoltura, Emanuele Imprudente, – una vetrina internazionale unica per richiamare il turismo e accendere i riflettori sull’Abruzzo come meta privilegiata tra cultura e buona tavola. Il settore è trainante per la nostra economia, l’Abruzzo possiede risorse territoriali e enogastronomiche straordinarie e di grande appeal, strategiche per ripartire nel 2021, dopo gli ultimi difficili mesi dovuti alla pandemia. Occorre ripartire facendo leva sull’immagine e il prestigio di questa regione nonchè sul ruolo da protagonista indiscussa che oramai incarna nel mondo enologico internazionale. L’obiettivo di questa kermesse è proprio quello di rilanciare il territorio e, contemporaneamente, di accrescere le opportunità commerciali per le imprese vinicole, alimentari e per tutte le attività legate al comparto turistico”.

Ad intervenire stamani, oltre ad Imprudente, il sindaco, Pierluigi Biondi, l’ambasciatore italiano del Concours Mondial de Bruxelles, Carlo Dugo, il presidente della Camera di commercio Gran Sasso d’Italia, Antonella Ballone, il vice presidente dell’ente camerale Chieti Pescara, Lido Legnini, il presidente del Consorzio di tutela vini d’Abruzzo, Valentino Di Campli, e il vice preside dell’istituto alberghiero L. Da Vinci O.Colecchi, Mario Centi.

Oltre alle sessioni di degustazioni, sono previsti incontri di approfondimento e dibattito sui grandi temi legati al drink pink. La manifestazione si svolgerà nel pieno rispetto delle misure di prevenzione anticovid.

“Anche io sono giudice internazionale – ha detto Dugo -, riuscire a organizzare un evento del genere nel territorio dell’Aquila, è già un successo, tento conto delle difficoltà aggiuntive della pandemia. L’obiettivo è internazionalizzare un prodotto eccezionale, il vino rosato, di cui l’Abruzzo vanta una eccellenza”.

“L’Aquila ha trovato una sua dimensione –  ha detto il sindaco Biondi -, che è quella della qualità, nel rispetto della tradizione e dell’identità. Viviamo una seconda giovinezza: ospitare una manifestazione così importante, godere di una vetrina internazionale di tale prestigio, è un supporto al percorso che stiamo intraprendendo. Per di più con location a palazzo dell’Emiciclo, grande esempio di rigenerazione urbana ed esemplare restauro post-sismico”.

Di Campli ha ricordato che “il rosato è una tipologia di vino che esprime una grande potenzialità, e quello abruzzese, il cerasuolo, è il primo ad aver ottenuto il riconoscimento del doc, il che rappresenta un vantaggio di posizione enorme”.

“Eventi come questi sono molto importanti – ha aggiunto Ballone – per mettere in mostra il nostro territorio con tutte le sue positività. Il settore del vino è trainante anche per il turismo, e sarà fondamentale avere qui la presenza di buyers provenienti da tutto il mondo. Stiamo andando nella strada giusta”.

Lido Legnini si è soffermato sui tour che i giudici e buyers effettueranno nelle aziende vitivinicole del pescarese, chietino e teramano, durante la tre giorni.

“Parteciperanno anche giornalisti e inviati di importanti testate internazionale.  Questo evento avrà una grande efficacia anche per la promozione turistica, e il settore in Abruzzo è quello che ha sofferto di meno in Italia durante la pandemia. Un ottimo auspicio per la stagione entrante, che deve darci forza e determinazione”.

LA DIRETTA

IL PROGRAMMA

Venerdì 4 giugno, ore 17.30 – Emiciclo
“CERASUOLO, CHIARETTO, ROSATO: I ROSÉ ITALIANI DA UVE AUTOCTONE”
A cura di Davide Acerra, amministratore e responsabile della comunicazione del Consorzio per la Tutela dei Vini d’Abruzzo (lingua italiana, con traduzione simultanea in inglese).

Venerdì 4 giugno, ore 18.30 – Emiciclo
“PASSATO, PRESENTE E FUTURO DEL VINO ROSATO: PRINCIPALI EVOLUZIONI TECNICHE E CONSEGUENZE SUL PRODOTTO”
A cura di Gilles Masson & Nathalie Poulzagues, rispettivamente direttore e project manager del Centro di ricerca e sperimentazione sul vino rosato in Provenza (lingua francese, con traduzione in inglese).

Sabato 5 giugno, ore 8.45 – Magione Papale
“TENDENZE GLOBALI DEL VINO: L’OPPORTUNITÀ DEL ROSÉ”
A cura di Pierpaolo Penco, consulente di marketing enogastronomico di Affinamenti e Country Manager Italia di Wine Intelligence (lingua inglese).

Domenica 6 giugno, ore 8.45 – Magione Papale
“LE NUOVE FRONTIERE DEL PACKAGING E DEL MARKETING DEI VINI ROSATI”
A cura di Katerina Slezáková e Gaia Gottardo, rispettivamente responsabile marketing di Vinolok e distributore Vinolok presso Amorim Cork Italia S.p.A. (lingua inglese).

 

 

Commenti da Facebook

RIPRODUZIONE RISERVATA
    Articolo

    Ti potrebbe interessare: