L’AQUILA, GIOVANE MUSICISTA AVEZZANO MORTO SUICIDA, E’ IL CUGINO DI UNA VITTIMA VALANGA VELINO

24 Giugno 2021 09:01

L'Aquila: Abruzzo

L’AQUILA – L’intero Abruzzo si sta stringendo intorno al dolore dei familiari e tanti amici di Raffaele Degni, 28 anni, originario di Avezzano, il ragazzo trovato senza vita all’Aquila, studente del conservatorio, in una stradina tra i boschi delle frazioni di San Giacomo e San Francesco.

La scoperta da parte di una donna che abita nella zona che ha dato l’allarme chiamando la polizia.

Un’altra tragedia che ha travolto ancora una volta la famiglia Degni, segnata da un dolore profondo solo qualche mese fa: il giovane, infatti, era cugino di Gianmarco, che ha perso la vita il 24 gennaio scorso travolto da una valanga sul Monte Velino, insieme a Valeria Mella, Tonino Durante e Gian Mauro Frabotta. 

Sul caso indaga la polizia dell’Aquila ma è pressoché certa l’ipotesi del gesto volontario visto che sarebbe stato trovato impiccato. Rinvenuti anche bigliettini sui quali il giovane avrebbe lasciato scritte le sue ultime volontà.

Il ragazzo non aveva con sé i documenti per cui ci sono volute ore per identificarlo e avvertire i familiari. A fare il riconoscimento è stato proprio Memmo, il papà di Gianmarco, nonché zio della vittima.

Il pm della procura dell’Aquila, Stefano Gallo, ha aperto un fascicolo ed è stata disposta l’autopsia.

Raffaelle era un apprezzato musicista, suonava diversi strumenti, tra cui il pianoforte, ha collaborato con il Teatro Lanciavicchio.

 

 

Commenti da Facebook

RIPRODUZIONE RISERVATA
    Articolo

    Ti potrebbe interessare: