L’AQUILA: IDV, ”POCO DA ESULTARE PIANO COMMERCIO NON ANCORA APPROVATO”

14 Agosto 2020 14:15

L'AQUILA – “La crisi al Comune dell’Aquila, dannosa ed inspiegabile, dopo un mese non trova ancora una soluzione, tante sono le divisioni nella maggioranza di centrodestra, ma c’è qualche autorevole consigliere che annuncia la pace fra i litiganti, dopo il passaggio in Prima Commissione del Piano del commercio. Naturalmente tutto falso, considerato che il Piano non è stato votato in Giunta dagli Assessori della Lega ed in Commissione dal Capogruppo dello stesso partito, mentre le opposizioni hanno preferito la sede del Consiglio comunale per un esame serio ed approfondito del Piano”.

Così il consigliere dell'Italia dei Valori, Lelio De Santis.





“Che il Piano del commercio non possa essere il terreno per ricucire lo strappo duro fra il Sindaco e la Lega è il fatto che nello stesso Piano sia previsto lo stop ad ogni nuova struttura commerciale di media o grande distribuzione, che la Lega al contrario ha sostenuto da sempre , anche nel Consiglio comunale recente quando, accogliendo di fatto la linea dell’opposizione, l’assise civica bocciò l’insediamento di due nuovi Centri commerciali. Nel merito, pur apprezzando lo sforzo in solitudine dell’Assessore Raffaele Daniele, il Piano presenta una serie di criticità e nasce senza la necessaria concertazione da renderlo invotabile. Basti dire che il Piano del commercio per essere incisivo ed efficace deve essere collegato strettamente al Nuovo Piano regolatore che, però, è chiuso nella polvere dei cassetti e se ne riparlerà nella prossima consiliatura! Non affronta temi centrali, come le attività commerciali nelle 19 New Town, relegate a quartieri dormitorio o come i capannoni industriali diventati strutture commerciali. Insomma, il Piano del commercio è uno strumento troppo importante per licenziarlo a Ferragosto e per utilizzarlo come arma politica per regolare i conti in una maggioranza di centrodestra, distratta da beghe politiche e poca attenta ai problemi della collettività”, conclude De Santis.

 

Commenti da Facebook

RIPRODUZIONE RISERVATA

Download in PDF©






Ti potrebbe interessare anche:

Gli articoli più letti in queste ore:

Do NOT follow this link or you will be banned from the site!