L’AQUILA, INAUGURATA NUOVA SCUOLA PRIMARIA A PRETURO: SILVERI, “ESEMPIO DI BUONA AMMINISTRAZIONE”

Autore dell'articolo: Mariangela Speranza

27 Settembre 2020 19:25

L’AQUILA – “L’apertura della scuola primaria di Preturo è un vero e proprio esempio di buona amministrazione. Un segno che quando c’è collaborazione tra le istituzioni le opere si riescono a portare a termine in poco tempo, nonostante le difficoltà e le restrizioni imposte dall’emergenza covid”.

Lo dichiara ad AbruzzoWeb il consigliere comunale aquilano di centrodestra iscritto al Gruppo misto e spesso critico nei confronti dell’amministrazione guidata dal sindaco, Pierluigi Biondi, Roberto Junior Silveri all’indomani dell’inaugurazione della struttura scolastica situata in Via Verzieri, nella frazione aquilana di Preturo, avvenuta alla presenza del vice presidente della Giunta regionale Emanuele Imprudente, dell’assessore regionale Guido Quintino Liris, del consigliere provinciale con delega all’edilizia scolastica Vincenzo Calvisi, del presidente dell’Ater Isidoro Isidori.

Un edificio di proprietà dell’Ater di circa 700 metri distribuiti su due piani che, fino a poco tempo fa, versava in stato d’abbandono, ma che da quest’anno andrà ad ospitare gli alunni del plesso “Gianni Rodari”, grazie collaborazione virtuosa tra enti: l’Ater, appunto, che ha ceduto l’immobile a titolo gratuito e il Comune dell’Aquila, che si è assunto invece l’onere dei lavori, stanziando 320mila euro, frutto di un emendamento al bilancio dello stesso consigliere Silveri e dell’impegno dell’ex vice sindaco Guido Liris.

Sebbene con un anno di ritardo rispetto agli annunci passati, da lunedì potranno quindi accedere alla scuola fino a 114 studenti. Studenti che potranno godere di aule sismicamente idonee, di tutti i servizi previsti dalla normativa anti-covid vigente e, in generale, di una scuola efficiente e all’avanguardia dal punto di vista strutturale e funzionale.





La riconsegna dell’edificio rappresenta infatti un grande traguardo per il capoluogo, visti i ritardi, a 11 anni dal sisma, nel recupero delle strutture scolastiche e per tutte quelle famiglie che, da fine 2017, cioè da quando l’oramai ex edificio scolastico della frazione di Preturo aveva registrato un indice di vulnerabilità pari a 0, erano state costrette a portare altrove i propri figli. Allora si era proceduto con uno studio di fattibilità per verificare se lo stabile di via Verzieri potesse essere funzionale a un utilizzo scolastico e, una volta verificata la vulnerabilità sismica, risultata poi del 61.5% e superiore allo 0.6, era stato quindi approvato il progetto.

Un progetto che, secondo lo stesso Silveri, che si è occupato in prima persona dell’iter di riconsegna “si è riusciti a portare a termine con impegno, a dispetto della congiuntura economica e delle lungaggini burocratiche”.

“In poco tempo – aggiunge il consigliere -, siamo a riqualificare una struttura dismessa e tutta l’area circostante, inaugurando lo stabile solo qualche giorno dopo la riapertura della scuola di Arischia, la prima ; ma se la messa in opera dei lavori di quest’ultima risale alla giunta Cialente, i risultati raggiunti a Preturo sono più recenti e, dato importante, fanno riferimento solo agli ultimi due anni, segno che i lavori sono andati avanti in modo spedito e senza particolari intoppi”.

Commenti da Facebook

RIPRODUZIONE RISERVATA

Download in PDF©






Ti potrebbe interessare:


Gli articoli più letti in queste ore:

Do NOT follow this link or you will be banned from the site!