L’AQUILA: LA CHIESA DI SAN SILVESTRO RESTITUITA ALLA CITTA’, DIRETTA INAUGURAZIONE

3 Luglio 2019 11:03

L'AQUILA – Dopo i lavori di restauro post-terremoto la Chiesa di San Silvestro dell'Aquila verrà restituita questa mattina all'aricdiocesi e alla città.

Oggi la riapertura della Chiesa Abbaziale, uno dei simboli della città che risale ai primi decenni del XIV sec., verosimilmente costruita su una preesistenza duecentesca ad unica navata e di modeste dimensioni, a cura e spese degli originari di Collebrincioni che avevano deciso di trasferirsi nella nuova città dell'Aquila.

L'evento sarà seguito in diretta video da AbruzzoWeb.

Il terremoto ne aveva colpito la facciata, il campanile, la parte absidale e la caratteristica cappella Branconio. All’interno vi erano danni diffusi sia sull’apparato decorativo sia su quello strutturale, parte della copertura crollò sull’ingresso della chiesa e i pilastri della navata centrale subirono uno schiacciamento.

L’importo complessivo stanziato per il restauro e il miglioramento sismico della chiesa è stato di oltre 3 milioni e 600 mila euro.





E domenica prossima, alle 18, è prevista una celebrazione eucaristica presieduta dal cardinale Giuseppe Petrocchi, concelebrata dai sacerdoti della diocesi, con la partecipazione della Cappella musicale di San Silvestro, guidata dal maestro Luciano Bologna.

Durante la messa, l’arcivescovo benedirà la chiesa ricostruita dopo il sisma del 2009 e consacrerà l’altare, inserendone le reliquie dei santi patroni: San Massimo, San Pietro Celestino, San Vittorino, Sant’Equizio, Santa Giusta e Santa Perpetua. 

Dal giorno successivo la parrocchia tornerà a svolgere tutte le sue attività pastorali ordinarie cioè la celebrazione delle messe feriali di tutti i giorni alle 19, delle messe festive di ogni domenica alle 11,30 e, da settembre, la preparazione ai sacramenti dell’iniziazione cristiana.

La parrocchia sarà guidata da don Martino Roberto Gajda, attualmente parroco di Santa Maria Mediatrice nel quartiere di Valle Pretara.

Commenti da Facebook

RIPRODUZIONE RISERVATA

Download in PDF©






Ti potrebbe interessare:


Gli articoli più letti in queste ore:

Do NOT follow this link or you will be banned from the site!