L’AQUILA: LA MARATONA JAZZ RIVIVE IN UNA MOSTRA FOTOGRAFICA

8 Dicembre 2015 13:09

L'AQUILA – Una mostra fotografica collettiva fa rivivere l'evento Il jazz italiano per L'Aquila, che a settembre ha riempito le strade della città.

Da oggi al 22 dicembre, nella sala Cesare Rivera di palazzo Fibbioni, l'esposizione di quello che è un diario di appunti vergati su pellicola o su sensore digitale, nient'altro che semplici note di un giorno memorabile, che ci si augura possa diventare un appuntamento fisso nei prossimi anni, come promesso anche dal ministro dei Beni culturali Dario Franceschini.

Il progetto fotografico e la selezione delle fotografie nascono dall'esigenza di fissare nella memoria dei cittadini uno dei più intensi eventi dell'anno che sta terminando, nel quale i tanti musicisti, il pubblico e L'Aquila stessa – una città per suonare – sono gli indiscussi protagonisti.

Il lavoro conta diciotto autori, ciascuno dei quali ha contribuito presentando una o due immagini scattate durante la maratona jazz; è una vista privilegiata o meno, ma pur sempre ricercata e non banale, a volte intrisa di creatività: qualcuno racconta ciò che accade, asetticamente; qualcun'altro interpreta e porta l'osservatore in un'altra dimensione, senz'altro diversa dal momento in cui era solo spettatore di un evento.






Le fotografie in mostra sono di: Marco Appetiti, Luigi Baglione, Paolo Baglioni, Mauro Branchi, Luca Cardarelli, Claudio Cinque, Stefano Di Scipio, Marco Equizi, Francesco Fioravanti, Domenico Gualtieri, Cesare Ianni, Patrizio Migliarini, Marcello Narducci, Cristian Nuvolone, Sara Occhiuzzi, Francesco Paolucci, Pierluigi Pietropaoli, Maurizio Rossi.

L'evento, realizzato con il supporto e il contributo di privati, gode del patrocinio del Comune dell'Aquila e dell'associazione studentesca Eidos.

L’inaugurazione della mostra martedì 8 dicembre alle ore 17, per gli altri giorni l’orario di apertura sarà dalle 15.30 alle 18.30, l’ingresso sarà libero.

Commenti da Facebook

RIPRODUZIONE RISERVATA

Download in PDF©






Ti potrebbe interessare anche:

Gli articoli più letti in queste ore: