L’AQUILA: L’USRA SUPERA I 100 CONTRATTI, PAOLO AIELLI CERCA DUE NUOVI ESPERTI

Autore dell'articolo: Elisa Marulli

11 Aprile 2014 08:23

L’AQUILA – Due nuove nomine all’Ufficio speciale per la ricostruzione dell'Aquila (Usra), con le quali si supera definitivamente la soglia dei 100 contratti stipulati in un anno e poco più di vita dalla struttura diretta da Paolo Aielli.

Si cercano un “esperto nell’organizzazione e gestione degli archivi informatici e cartacei, con particolari e specifiche competenze nell’accertamento e tutela dei diritto in materia immobiliare e ipotecaria” e un “esperto tra ingegneri e architetti con specifiche competenze nel settore estimativo ed espropriativo”.

La scadenza per entrambi i bandi è il 23 aprile prossimo.

Ogni contratto di collaborazione coordinata e continuativa “non sarà rinnovabile ma prorogabile fino al termine delle attività”, si legge negli avvisi, ed entrambi termineranno il 30 settembre 2015.

Per la prima figura l’Usra ha impegnato 56 mila euro, a fronte di un compenso lordo annuo di 30 mila. Più onerosa la seconda figura, per la quale vengono impegnati 161.500 euro per un compenso di 90 mila lordi l’anno.

“È una continuazione dei contratti in scadenza, non c’è nulla di aggiuntivo, anzi avremo qualche persona in meno”, la precisazione ad AbruzzoWeb dello stesso Aielli, più volte finito sotto tiro per quello che è stato ribattezzato il “nominificio”, arrivato ora a 101 contratti stipulati.

Tornando alle due nomine, per partecipare alla selezione come gestore degli archivi informatici e cartacei basterà possedere un diploma di scuola superiore ma un’esperienza almeno ventennale nelle pubbliche amministrazioni: in particolare servirà “aver maturato esperienza almeno decennale presso Agenzia del Territorio in materia di formalità ipotecarie” e “aver collaborato presso strutture impegnate nello svolgimento delle attività connesse con le procedure espropriative nell’ambito del sisma del 6 aprile 2009 con riferimento alle materie oggetto dell’incarico”.






Serve invece la laurea di vecchio o nuovo ordinamento in Ingegneria o Architettura “con anzianità di laurea di almeno 15 anni” per poter partecipare alla selezione per la figura che lavorerà nel settore estimativo ed espropriativo.

Tra gli altri requisiti richiesti c’è anche quello di “aver collaborato istituzionalmente con enti pubblici, locali o di ricerca, a seguito di eventi calamitosi verificatesi sul territorio nazionale”.

L’ESERCITO DELL’USRA

Le persone a disposizione di Aielli sono in parte quelle selezionate attraverso il “concorsone”, la maxi selezione pubblica per dipendenti statali a tempo indeterminato (25 persone), e altre 25 entrate a tempo determinato attraverso il “concorsino”, così come previsto dalla legge che porta il nome dell'ex ministro per la Coesione territoriale Fabrizio Barca.

A questi 50 si aggiungono i 23 esperti scelti con il cosiddetto “bando della discordia”, perché infilato in una sezione quasi introvabile del sito del Comune dell'Aquila, tra cui, oltretutto, sono stati individuati i coordinatori da 72 mila euro ognuno, 6 dei quali confermati anche all'interno della Struttura speciale di alta consulenza dell'amministrazione cittadina, con un'indennità-bis di 33 mila euro.

Sono stati poi designati quattro consulenti e presi 16 lavoratori interinali per la rinata struttura espropri che era scomparsa dopo la fine del commissariamento, avvenuta il 31 agosto 2012.

Commenti da Facebook

RIPRODUZIONE RISERVATA

Download in PDF©






Ti potrebbe interessare anche:

Gli articoli più letti in queste ore: