L’AQUILA: MUORE L’AVVOCATO GIAMMARIA A SOLI 4 GIORNI DALLA PREMATURA SCOMPARSA DEL FIGLIO

di Gianpiero Giancarli

3 Dicembre 2023 15:41

L'Aquila - Cronaca

L’AQUILA – Ancora una tragedia nel mondo forense aquilano e ancora al centro del dolore la stimata famiglia Giammaria originaria del vicino comune di Tornimparte. Infatti l’avvocato Giacomo Giammaria, 86 anni,  è deceduto ieri a soli quattro giorno dalla prematura morte, a soli 56 anni, del figlio Pierluigi a causa di una malattia incurabile. Egli, lo sappiamo, era esperto di diritto amministrativo si divideva tra L’Aquila e  Roma  dove aveva anche collaborato per anni con la Facoltà di Giurisprudenza della Sapienza. Oltre a svolgere attività di didattica e ricerca aveva coordinato gruppi di lavoro. Pierluigi era anche un appassionato di pallaovale. Domani dalle 15 alle 19, alla sala riunioni del Consiglio dell’Ordine distrettuale degli avvocati dell’Aquila, a palazzo di Giustizia, verrà allestita la camera ardente per onorare la figura dell’anziano e valoroso avvocato Giacomo,  mentre martedì alle 11 sono stati fissati i funerali nella chiesa di San Panfilo nella frazione di Villagrande di Tornimparte, paese dove la notizia di questo ulteriore decesso ha destato sconforto visto  lo spessore umano e culturale delle persone scomparse.





Sulla vicenda c’è una nota di Felice Flati, Presidente del C.R.A.L. Giustizia di L’Aquila. “Erano originari della frazione Villagrande del Comune di Tornimparte. Giacomo ha abitato a L’Aquila fino all’anno 2009, anno del terremoto; subito dopo è tornato al paese e successivamente si è trasferito con tutta la famiglia a Roma. I figli erano Pierluigi, Francesco ed Antonia. Il suo legame con il paese d’origine è stato sempre fortissimo e ci tornava appena poteva; soprattutto l’estate che trascorreva in compagnia del fratello Umberto, stimato medico nonché già Sindaco dello stesso Comune per più legislazioni. Sua figlia Antonia, stimato magistrato, ha prestato servizio per alcuni anni presso il Tribunale di Sorveglianza di L’Aquila, prima di trasferirsi in un altro ufficio giudiziario della Capitale”.





“La funesta notizia della scomparsa, prima dell’avv. Pierluigi e successivamente del padre Giacomo è piombata all’improvviso presso gli uffici giudiziari come il classico fulmine a ciel sereno, lasciando un senso di tristezza e di rassegnazione e impotenza presso tutti coloro che li conoscevano e li stimavano per le loro qualità umane e professionali. Il Presidente del CRAL Felice Flati, anche a nome di tutti i soci del CRAL Giustizia si uniscono al dolore del gravissimo lutto della famiglia Giammaria”.

Commenti da Facebook

RIPRODUZIONE RISERVATA
Download in PDF©


    Ti potrebbe interessare:

    ARTICOLI PIÙ VISTI: