L’AQUILA: NOMINATO COMITATO PER CELEBRAZIONI 500 ANNI DALLA NASCITA DI MARGHERITA D’AUSTRIA

5 Maggio 2022 12:46

L'Aquila: Politica

L’AQUILA – Con decreto sindacale n. 91 del 5 maggio 2022 è stato nominato il comitato di indirizzo per le celebrazioni del cinquecentenario dalla nascita di Margherita d’Austria, che cadrà il 5 luglio prossimo.

Duchessa, figlia dell’imperatore Carlo V e governatrice dell’Aquila fino alla sua morte, Margherita si adoperò nel XVI secolo a favore della rinascita cittadina, culturale e sociale della città, fortemente segnata dalla conquista spagnola del ‘500 e dalla decadenza che ne seguì. Il comitato valorizzerà il suo ruolo nel territorio aquilano, ripercorrendo la storia e le sue azioni a favore dell’Aquila.

Il comitato, che si occuperà di predisporre un calendario di iniziative celebrative della ricorrenza, è presieduto da Pier Luigi Sacco, professore ordinario di Politica Economica presso l’Università di Chieti-Pescara, e composto da Fabrizia Aquilio, assessore del Comune dell’Aquila, Silvia Mantini, professoressa di Storia Moderna all’Università degli Studi dell’Aquila e membro direttivo SISEM (Società Italiana di Storia dell’Età Moderna) e AIPH (Associazione Italiana di Public History), Carlo Marini, vice sindaco di Montereale, Silvia Polidori, avvocato, funzionario del Parlamento europeo e poetessa e Federica Zalabra, direttore Regionale Musei d’Abruzzo.

Il comitato d’indirizzo si avvarrà di un comitato scientifico di cui faranno parte in qualità di presidente la stessa Silvia Mantini, Gaetano Sabatini, Direttore del CNR Cagliari e professore ordinario di Storia Economica presso l’Università Roma Tre, Carlo Hernando Sanchez, professore di Storia Moderna presso la Universidad Valladolid in Spagna, Cristina Collettini, architetto soprintendente presso la Soprintendenza Archeologia, Belle Arti e Paesaggio per le Province di L’Aquila e Teramo, Massimo Carlo Giannini, professore di Storia Moderna e direttore del Dottorato di Ricerca in Storia dell’Europa dal Medioevo all’Età Contemporanea presso l’Università degli Studi di Teramo, Adolfo Carrasco, professore di Storia Moderna e direttore del Centro di Ricerca per la Historia Moderna presso la Universidad Valladolid, Mario Centofanti e Stefano Brusaporci, professori presso l’Università degli Studi dell’Aquila, Fabio Graziosi, professore di Telecomunicazioni  presso l’Università degli Studi dell’Aquila e Maurizio D’Antonio, architetto e membro del Consiglio Scientifico Deputazione di Storia Patria.

 

Commenti da Facebook

RIPRODUZIONE RISERVATA
    Articolo

    Ti potrebbe interessare: