L’AQUILA: NUOVA SEDE PER IL CONSULTORIO AIED, FESTA CON PROIEZIONE GRATUITA AL CINEMA MOVIEPLEX

28 Febbraio 2024 16:14

- Cronaca

L’AQUILA – Il Consultorio AIED L’Aquila si è trasferito nella nuova sede in via Beffi n. 7, a Coppito.

Per festeggiare l’evento, l’AIED offre alla città una proiezione gratuita al cinema Movieplex, in via L. Da Vinci, venerdì 15 marzo alle ore 18:00.

Sarà proiettato “Il coraggio della libertà. 70 anni di generazioni consapevoli”,  un docufilm di Alessandro Pasian e Francesco Guazzoni, prodotto dall’AIED nazionale, che riporta interventi di Emma Bonino, Franco Grillini, Gianfranco Porta, Mario Puiatti, Anna Sampaolo, Chiara Saraceno. Si tratta di un docufilm potente che ripercorre la storia dell’AIED e delle battaglie per la conquista dei diritti civili in Italia.

Di seguito la nota completa.





 

I 70 anni di storia dell’AIED nazionale, infatti, sono stati 70 anni di evoluzioni per l’Italia intera. Non dimentichiamo che l’AIED porta nel suo nome – acronimo di Associazione Italiana per l’Educazione Demografica – la testimonianza dei tempi bui in cui l’associazione è stata costituita. Un nome così particolare, infatti, è dovuto alla mancanza di libertà, all’epoca, di parlare di controllo delle nascite e di contraccezione. L’art. 553 del Codice civile, di stampo fascista, vietava la propaganda e la diffusione dei mezzi atti ad impedire la procreazione, bollandolo come reato contro la stirpe, e prevedeva pene fino all’arresto.

Il contesto era quello di un’Italia in piena esplosione demografica, dove la pianificazione familiare non era neanche ipotizzabile e dove alla maggior parte delle donne, almeno a quelle che non avevano risorse economiche per raggiungere le cliniche in Svizzera, erano destinati gli aborti clandestini sui tavoli delle mammane, in situazioni pericolose che spesso vedevano le donne morire per setticemia ed emorragie.

La disobbedienza civile di uomini e donne della cultura laica che si unirono nell’AIED e le battaglie che ne seguirono furono fondamentali per arrivare, nel 1971, all’abrogazione dell’art. 553. Quindi, se oggi possiamo liberamente entrare in una farmacia e acquistare un contraccettivo, è grazie alle lotte dell’AIED e all’impegno di chi si è speso rischiando in prima persona.





Nel docufilm, attraverso le interviste dei personaggi che hanno contribuito a scrivere la storia del nostro Paese, si ripercorrono le battaglie e le conquiste dei diritti civili: il superamento della punibilità del solo adulterio femminile nel 1961, il divorzio nel 1970, l’abrogazione dell’art. 553 da parte della Corte Costituzionale nel 1971, il nuovo diritto di famiglia nel 1975, la parità dei diritti coniugali, la legge 194 sull’interruzione volontaria di gravidanza e la legge Basaglia nel 1978, la soppressione del delitto d’onore nel 1981 e, solo nel 1996, la definizione dello stupro come reato contro la persona.

Il 15 marzo alle ore 18:00, l’ingresso al cinema Movieplex è libero e gratuito fino ad esaurimento dei posti disponibili nella sala e senza prenotazione.

L’AIED ringrazia quanti hanno contribuito alla realizzazione della nuova sede. L’obiettivo è stato raggiunto grazie alla sinergia con il Comune dell’Aquila, nella persona dell’Assessore Vito Colonna, con l’ANCE L’Aquila, grazie al suo presidente Gianni Frattale, con la Fondazione Carispaq, grazie al suo presidente Domenico Taglieri e al Segretario generale David Iagnemma. Forte è stato il sostegno del Consiglio regionale dell’Abruzzo con i Consiglieri Americo Di Benedetto, Sara Marcozzi, Pierpaolo Pietrucci e Massimo Verrecchia. E tanti altri sono stati i donatori: Soroptimist, Laboratori Di Fraia, FIMFRA, EDILFRAIR, FINIM, IANNINI COSTRUZIONI, SO.AL.CO, Equila, Unitest srl, AEG COSTRUZIONI SAS, ROSSI EDILIZIA E PARTNERS, F.lli Chiodi costruzioni, Aterno Costruzioni, Aquilaprem, Pasquale Pantano Ingg. Armido e Pierluigi Frezza, Volpe Alessandro srl, Coedil 99,MD LEADER BUILDING, BDS TERMOIDRAULICA, CENTI IMPIANTI, Triedil Service Sas di Marco Trivelloni, COLOR MAX, MAZZUOLI SPA, L.&B. Buildings di Emanuele Laterza e Giuseppe Bucciano, Orsolini Amedeo Spa, Alba Doors srl, Barattelli Carlo, Diego Bartolucci.

 

Commenti da Facebook

RIPRODUZIONE RISERVATA
Download in PDF©


    Ti potrebbe interessare:

    ARTICOLI PIÙ VISTI: