L’AQUILA, OMAGGIO ALLO STORICO VOLPE: TRA D’ANNUNZIO E LA SUA PAGANICA UNA DUE GIORNI ALL’EMICICLO

16 Dicembre 2023 16:50

L'Aquila - Cultura

L’AQUILA – Due giornate ricche di spunti e riflessioni tra storia, politica e filosofia. Un dibattito, ospitato all’Aquila a palazzo dell’Emiciclo, ruotato attorno la figura dello storico del Novecento, Gioacchino Volpe. Il convegno studi nazionale, organizzato dall’Istituto abruzzese per la Storia della resistenza e dell’Italia contemporanea (Iasric), ha attratto all’Aquila, nei giorni 14 e 15 dicembre, storici, appassionati e ricercatori.





La prima sessione è stata presieduta da Guido Melis (Università La Sapienza), con le relazioni “Italia moderna” di Giovanni Belardelli (Università di Perugia), “Volpe e i suoi allievi nell’Italia del dopoguerra” di Margherita Angelini (Università di Padova), “Rosario Romeo allievo di Volpe” di Guido Pescosolido (Sapienza Università di Roma), “La rinascita degli studi su Volpe” di Mirco Carrattieri (Liberation Route Italia), “Il medioevo di Volpe nel dopoguerra” di Lorenzo Grilli.

La seconda sessione è stata presieduta da Gianni Scipione Rossi (Iasric), con le seguenti relazioni: “Gioacchino Volpe tra storia e memoria” di Francesco Perfetti (Giunta Storica Nazionale), “Volpe nella pubblicistica di destra del dopoguerra” di Giuseppe Parlato (Istituto Storico Italiano per l’Età Moderna e Contemporanea), “Volpe collaboratore de Il Tempo” di Marco Trotta (Università “D’Annunzio” Chieti-Pescara), “Gabriele D’Annunzio visto da Gioacchino Volpe” di Federico Poggianti (Università telematica Pegaso).





Al suo forte legame con l’Abruzzo, nel dopoguerra, Volpe dedicò alcuni articoli pubblicati sul quotidiano Il Tempo, poi raccolti in “Ritorno al paese. Paganica”, pubblicato dalle edizioni del figlio Giovanni. A questo aspetto della sua vita, è stato dedicato un incontro coordinato da Giuseppe Lalli, con letture di Fabrizio Pompei.

Il convegno è stato organizzato dal comitato scientifico e organizzativo composto da Giovanni Belardelli, Enzo Fimiani, Sara Follacchio, Maria Teresa Giusti, Guido Melis, Giuseppe Parlato e Gianni Scipione Rossi, con la partecipazione del presidente Iasric, Carlo Fonzi.

Commenti da Facebook

RIPRODUZIONE RISERVATA
Download in PDF©


    Ti potrebbe interessare:

    ARTICOLI PIÙ VISTI: