L’AQUILA: PALAZZO ‘A RISCHIO CROLLO’ IN CENTRO, COMMERCIANTI ‘NO CHIUSURA CORSO’

5 Aprile 2019 21:03

L'AQUILA – Un palazzo nel cuore del centro storico dell'Aquila sarebbe a rischio crollo e già domattina, una parte di corso Vittorio Emanuele potrebbe essere chiusa “con gravi ripercussioni soprattutto nei confonti agli esercizi commerciali che hanno faticosamente riaperto a 10 anni dal sisma”.

A denunciare il fatto che cade proprio a poche ore dalla commemorazione per il decennale sono stati alcuni commercianti che hanno chiesto di rimanere anonimi: secondo quanto riferito, questa mattina c'è stato un sopralluogo dei vigili del fuoco e di alcuni ingegneri nel palazzo che si trova sul corso, all'angolo di via del Carmine, al civico 135.

Dopo le verifiche, i tecnici avrebbero riscontrato delle criticità nell'edificio, che è avvolto dai ponteggi, ma altri controlli sarebbero stati programmati prima di adottare il provvedimento di chiusura: secondo i commercianti, la struttura avrebbe subìto delle lesioni a seguito dei lavori legati ai sottoservizi, già nel 2016.

Sul posto stasera dopo le 19 si è portato anche il sindaco dell'Aquila, Pierluigi Biondi, che avrebbe chiesto un secondo sopralluogo per domani mattina.




Intanto si alza il grido dei commercianti del centro: “Abbiamo fatto enormi sacrifici per aprire e andare avanti. Non possiamo permettere una cosa del genere”.  

Se comunque dovesse essere necessaria la chiusura, i tecnici comunali avrebbero un percorso pedonale alternativo, che parte dalla Fontana luminosa e che si ricollega al corso passando per piazza Santa Maria Paganica; tuttavia questa ipotesi isolerebbe tutte le attività commerciali che hanno riaperto nel cosiddetto “corso stretto”.

In serata il corso è stato chiuso con alcune transenne. (a.c.p.)

Commenti da Facebook

RIPRODUZIONE RISERVATA

Download in PDF©




Ti potrebbe interessare:

Gli articoli più letti in queste ore: