L’AQUILA: PALAZZO MARGHERITA, DE SANTIS, “DOPO 11 ANNI E 11 MILIONI ANCORA ANNUNCI”

13 Ottobre 2021 13:59

L'Aquila: Abruzzo

L’AQUILA – “Dopo annunci e rinvii, imprevisti e contestazioni, la Giunta comunale annuncia che entro marzo 2022, cioè in piena campagna elettorale, Palazzo Margherita sarà riconsegnata e potrà tornare ad ospitare gli uffici di rappresentanza. L’ auspicio è che questa sia la volta buona e che non ci siamo altri intoppi ingiustificabili, ma il dubbio è legittimo, visto che deve ancora essere redatto il Piano antincendio, stranamente non previsto prima, come era giusto che fosse. Sarebbe, comunque, un’incompiuta inspiegabile dopo 11 anni, visto che la Torre civica non sarà riconsegnata perché ha bisogno di lavori di restauro e di consolidamento”.

Lo scrive in una nota il consigliere comunale dell’Aquila, dell’Italia dei Valori, Lelio De Santis.

Ma l’annuncite comunale non contempla spiegazioni proprio in prossimità del rinnovo del Governo cittadino. Certamente, il problema della  sede comunale di rappresentanza e di quelle degli uffici è rimasto irrisolto e si continuano a pagare circa 1.200.000 per fitti passivi, esattamente come nel periodo post sisma, nonostante che nelle casse comunali ci siano 35 milioni per realizzare la sede unica, come voluto dalla Giunta Cialente, o più sedi diffuse, come annunciato dalla Giunta Biondi: la verità è che l’ Amministrazione comunale non è stata capace di fare né l’una e né l’altra cosa! Più comodo dare ordine di pagare che dare un indirizzo chiaro sul futuro delle strutture comunali in grado di ospitare le attività amministrative e di offrire servizi ai cittadini!”, spiega nella nota.

 

Commenti da Facebook

RIPRODUZIONE RISERVATA
    Articolo

    Ti potrebbe interessare: