L’AQUILA, PICCHIA MOGLIE E FIGLI: 58ENNE CONDANNATO A 4 ANNI E 8 MESI

22 Dicembre 2021 09:01

L'Aquila: Cronaca

L’AQUILA – Pugni, minacce di morte, richieste continue di soldi per giocare alle slot machine, offese e botte anche ai figli. In una circostanza l’uomo si è scagliato anche contro il figlio minorenne, colpendolo con una bottiglia di vetro sulla testa.

Per questo calvario, subìto da una donna aquilana e i suoi figli, un 58enne, G.B. (vengono riportate le sole iniziali per la superiore tutela della vittima del reato, un minore) è stato condannato ieri mattina dal giudice del tribunale dell’Aquila Marco Billi alla pena di 4 anni e otto mesi di reclusione.

La sentenza, riporta Il Centro, è stata pronunciata ieri mattina al termine del procedimento con giudizio abbreviato.

All’epoca dei fatti, dopo la denuncia della donna, che aveva chiesto aiuto dapprima a un’amica e poi ai carabinieri, trovando rifugio in una struttura protetta, l’uomo era stato arrestato e condotto nel carcere di San Donato di Pescara dove è rimasto rinchiuso per sei mesi. Ora il 58enne si trova agli arresti domiciliari. Il suo avvocato difensore interporrà appello rispetto alla sentenza di primo grado.

Commenti da Facebook

RIPRODUZIONE RISERVATA
    Articolo

    Ti potrebbe interessare: