CHIARA MANCINELLI PRENDE IL POSTO DI ELISABETTA DE BLASIS, DE SANTIS: ''ABBIAMO ASSISTITO AD UN INDECENTE TEATRINO''

L’AQUILA: PRESIDENZA III COMMISSIONE A FI, LEGA CHIEDE VERIFICA DI MAGGIORANZA

13 Dicembre 2019 16:58

L'AQUILA – La Lega, con l'elezione di Chiara Mancinelli, consigliere in quota Forza Italia, ha perso la presidenza della Commissione “Politiche sociali” del Comune dell'Aquila,

Dopo le dimissioni, arrivate nelle scorse settimane, del consigliere delle Lega Elisabetta De Blasis, che ufficialmente ha lasciato per “i troppi impegni lavorativi”, questa mattina la terza Commissione si è riunita per eleggere un nuovo presidente.

Tre i candidati in lizza: la leghista Tiziana Del Beato, Giancarlo Della Pelle (Insieme per L'Aquila) e, appunto, la Mancinelli.

In realtà la Lega, dopo aver capito l'intenzione di una parte della maggioranza di centrodestra di togliere la presidenza ai salviniani, non ha presentato la propria candidatura, facendo un passo indietro e non partecipando alla votazione.

Nel pomeriggio, però, il capogruppo del partito di Matteo Salvini, Francesco De Santis, in una nota ha chiesto “di verificare se c’è ancora una maggioranza in Comune visto che stamane si è liquefatta nel giro di cinque minuti”.





Il clima di tensione, da quanto appreso, è nato da un ipotetico accordo tra Fi e una parte di opposizione che ha appoggiato la candidatura della Mancinelli, che ha avuto la meglio con 14 voti, 9 dei quali arrivati daall'opposizione, sul collega Della Pelle, fermo a 8 voti.

Un'elezione fortemente contestata, che rischia di spaccare ancora una volta il centrodestra aquilano: “Abbiamo assistito ad un indecente teatrino”, ha aggiunto De Santis nella nota.

“Mai prima d'ora, in questi due anni, si è verificata una simile lotta intestina tra Fratelli d'Italia e Forza Italia per una semplice presidenza di commissione, rispetto alla quale la Lega ha provato fino all'ultimo a cercare una soluzione condivisa. Non riuscendo, però, a comprendere gli 'accordi dei corridoi' fatti dall'una e dall'altra parte, la Lega ha preferito non partecipare al voto per non rendersi compartecipe del mercato delle vacche che una parte del centrodestra ha offerto oggi alla città, portando sia Forza Italia che Fratelli d’Italia ad accordarsi con l'opposizione e la sinistra radicale pur di ottenere l'ennesima poltrona, tradendo così il mandato del proprio elettorato e della coalizione di centrodestra”.

“Proviamo imbarazzo – continua il capogruppo leghista – nei confronti della città alla quale ci auguriamo che Fratelli d'Italia e Forza Italia chiedano quantomeno scusa. La Lega continuerà a lavorare come ha fatto fin d'ora con serietà e concretezza. Siamo concentrati nel lavoro per portare avanti il nostro programma elettorale fatto di azioni amministrative concrete”.  

Commenti da Facebook

RIPRODUZIONE RISERVATA

Download in PDF©






Ti potrebbe interessare anche:

Gli articoli più letti in queste ore:

Do NOT follow this link or you will be banned from the site!